Semifreddo alla frutta facile senza meringa italiana

Fare i semifreddi nel modo classico è difficile, ma questa ricetta della nonna del delizioso semifreddo alla frutta senza la meringa italiana ne semplifica molto la realizzazione.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Se è vero che il gelato piace a tutti, la stessa cosa si può dire del semifreddo, elegante dolce a cucchiaio adatto ad ogni occasione e a tutte le stagioni e adesso che i mesi invernali si avvicinano, voglio proporti la ricetta facile del semifreddo alla frutta, dessert goloso, fresco e ideale per concludere un pranzo o una cena con ospiti quando non è stagione di gelati.

La preparazione classica del classico semifreddo meringato all’italiana, chiamato anche “ biscotto ghiacciato ” non è  per niente semplice, ma le indicazioni per  fare il semifreddo facile senza meringa italiana (farla richiede perizia e l’uso del termometro) trovate negli appunti di cucina di mia nonna la semplifica di molto, rendendo realizzabile questo squisito dolce dalla consistenza vellutata e piacevole d’aspetto anche da chi ha poca dimestichezza con la pasticceria.

 

Frutta fresca mista tagliata adatta a decorare dessert

Il mio preferito è il semifreddo alla pesca che preparo in uno stampo grande unico o in piccoli monoporzione, ma quando questo frutto tipicamente estivo non è reperibile, adopero fragole o altri tipi di frutta di stagione: usa quella che preferisci, purché sia fresca, matura e soda ed evita di adoperare quella sciroppata o congelata.

Se vuoi renderti ancora più rapida e agevole la preparazione del semifreddo alla frutta, peraltro già semplificato in questa ricetta, non fare lo zucchero caramellato, ma imburra leggermente l’interno dello stampo.

Esecuzione della ricetta: facile

Tempo occorrente: 60 minuti + 6 ore per il raffreddamento

Costo: basso

 

Ingredienti per 6 persone:

2,5 dl di latte fresco

250 g di panna fresca

1 uovo intero

5 tuorli

150 g di zucchero

7 cucchiai di vino Porto

1 bustina di vanillina

frutta fresca a piacere q.b

Preparazione del semifreddo alla frutta secondo la facile ricetta della nonna

Versa il latte e 70 grammi di zucchero in una casseruola e falli cuocere a fiamma al minimo per una ventina di minuti, mescolando spesso con il cucchiaio di legno, fino a ridurre il composto della metà.

Poi spegni il fuoco e lascia intiepidire.

Nel frattempo, fai riscaldare la panna in un pentolino e scioglici dentro altri 70 grammi di zucchero.

Metti lo zucchero rimasto in uno stampo per budino con 1 cucchiaio di acqua e fallo caramellare a fiamma bassa e facendolo ruotare in modo che le pareti vengano rivestite dal caramello ottenuto.

Versa in una terrina il latte ristretto e la panna, aggiungi il Porto e la vanillina e mescola con cura.

Sguscia l’uovo intero in un’altra terrina, unisci i tuorli e sbattili bene.

Travasa il tutto nello stampo e fai cuocere a bagnomaria nel forno precedentemente fatto preriscaldare per 35 minuti circa a 175°.

Lascia raffreddare il dolce fuori dal forno a temperatura ambiente e poi rifascialo con pellicola da cucina per evitare che poi si formino cristalli di ghiaccio al suo interno e mettilo in freezer per 6 ore.

Per sformare il semifreddo facilmente senza rischiare di rovinarlo, fai in questo modo:

  • togli lo stampo da freezer 15 minuti prima di servirlo in tavola;
  • elimina la pellicola che lo riveste;
  • avvolgilo per qualche istante in un panno bagnato con acqua calda;
  • capovolgilo sul piatto di portata e sformalo con delicatezza.

Ti raccomando di non tenere al caldo lo stampo per più di pochi secondi per evitare che il calore prolungato oltremodo faccia sciogliere la preparazione contenuta nello stesso.

Dopo aver fatto questo ultimo passaggio, decora il dessert con la frutta fresca, tagliata nel modo che preferisci solo all’ultimo momento per evitare che scurisca, e servilo subito in tavola.

Il semifreddo alla frutta si può conservare in frigorifero, coperto con pellicola trasparente, per non più di 3 giorni, ma puoi anche riporlo, sempre coperto e senza la decorazione, nel congelatore per poterlo consumare entro 1 mese.

Se vuoi scoprire altri dessert per tutte le stagioni, dai un’occhiata anche a:

Credit photo frutta tagliata: Publicdomainpictures.net

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro