Pizza alla napoletana

Come fare la vera pizza napoletana: ingredienti, dosi e consigli per preparare l'impasto e per la cottura.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Chi è di Napoli lo sa!

Non ci sono troppe parole per esprimere la squisita bontà che si espande sul palato quando i denti incontrano la croccante crosta della tradizionale pizza napoletana, per poi arrivare al morbido e saporito impasto condito… una poesia concreta per le papille gustative!

Ma anche se siete valdostani, va bene lo stesso. 😉

Ecco la ricetta tradizionale della gastronomia napoletana per preparare la pizza nella vostra cucina, anche senza il forno a legna.

Chi ha la “poliedrica” e utilissima macchina del pane, può usarla per fare l’ impasto: vi posso assicurare che  viene benissimo ugualmente. 🙂

Ingredienti per 4 persone:

1 kg di farina;
30 g di sale;
15 g di lievito di birra;
4 cucchiai di olio extravergine di oliva ( facoltativo );
pomodori pelati q.b;
mozzarella del tipo fiordilatte q.b;
basilico q.b;
origano q.b;
olio extravergine d’oliva q.b.

Al posto dei pelati potete anche adoperare la passata di pomodoro.

Preparazione della vera pizza napolentana

Iniziate con il far sciogliere il lievito in un bicchiere con poca acqua calda (non più di due dita).

Nel frattempo disponete la farina a fontana sulla spianatoia e realizzate il classico cratere al centro, quindi versatevi il lievito sciolto e il sale.

Cominciate a lavorare l’impasto con le mani, aggiungendo gradualmente dell’acqua tiepida (½ litro dovrebbe bastare) e incorporando la farina dai lati.

Se volete rendere la vostra pizza maggiormente soffice, aggiungete l’olio all’impasto,ma molti  pizzaioli “veraci ” non lo contemplano tra gli ingredienti della pasta per la pizza.

Amalgamate l’impasto per circa 15, 20 minuti al fine di conferirgli una consistenza morbida e compatta, dopodiché lasciatelo riposare al riparo da correnti d’aria, per circa 2 ore, in un recipiente coperto da un panno leggermente inumidito.

Trascorso il tempo di lievitazione, riprendete l’impasto e dividetelo in quattro porzioni.

Stendete ciascun pezzo sul piano di lavoro  infarinato, ottenendo una pasta spessa circa 1 centimetro, e conferitegli la forma di una circonferenza.

Al riguardo è suggerito lasciare i bordi più alti ed esercitare maggior pressione con i palmi delle mani al centro della circonferenza.

Rigirate la pasta, lavorandola al meglio.

Passiamo ora al condimento.

Schiacciate in una ciotola i pomodori pelati avvalendovi di una forchetta e conditeli con l’origano.

Distribuite il sugo freddo sulle vostre pizze, aggiungete il fiordilatte e decorate con qualche foglia di basilico.

Versate ancora un filo d’olio….. et voilà!

Fate cuocere le pizze in forno preriscaldato e ventilato a 200°C per circa 20- 25 minuti, controllando la cottura.

Non vi resta che gustarela tradizionale pizza napoletana!

Potete arricchirla come preferite: le acciughe salate e le olive vi regaleranno piacevoli  emozioni gustative.

Per quanto concerne gli abbinamenti, il migliore per la pizza napoletana, si sa, è quello con la birra. 🙂

Credit photo:  British Mum for Flickr.com

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

6 commenti su “Pizza alla napoletana

  1. Come si fa a resistere alla pizza? E’ una delle idee più geniali di sempre.
    E hai ragione… con la birra spacca di brutto (ma sai che io preferisco berla col chinotto?).

    Moz-

    1. Finalmente un amante del chinotto come me.Siamo bestie rare, caro Moz :-))))

  2. Presente! Ecco un’altra bestia rara 😉 😀
    Anche io come te, Franci, e il nostro MikiMoz amo il chinotto! E sai che anche la monella lo adora? Degna figlia di sua madre!
    La pizza la mangerei ogni giorno, poi mettici pure che sono napoletana di nasciita, anche se non ho mai vissuto nella città partenopea, e quindi….il tuo post mi piace un sacco, indubbiamente!

    1. E con te e tua figlia siamo in 4 ad amare il chinotto :-), cara Maris.In quanto alla pizza credo sia raro trovare qualcuno a cui non piace 🙂

    1. Ciao Antonella e grazie della visita.L’olio è facoltativo e serve a rendere la pasta per pizza più soffice.
      Molti pizzaioli non lo adoperano e anche io non lo uso sempre e mi ero dimenticata d’inserirlo tra gli ingredienti, ma ti ringrazio di avermelo ricordato.L’ ho inserito adesso.Buona serata 🙂

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro