Pappa al pomodoro con Parmigiano in cialde

La pappa al pomodoro è una zuppa toscana sana, gustosa e famosissima : la ricetta con l'aggiunta di cialde di parmigiano per renderla più nutriente ed originale.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Mi piace cucinare spesso la pappa al pomodoro, golosa zuppa tipica toscana coi crostini di pane raffermo spappolati, e, per renderla ancora più saporita ed invitante, aggiungo sovente delle cialde di Parmigiano, preparate da me in modo facile nel forno.

Al posto delle cialde di formaggio fatte in casa, potete anche arricchire la vostra pappa al pomodoro con la Raspadura, o Raspadüra in gergo lodigiano, che altro non è che formaggio grana pregiato giovane e raschiato a sfoglie sottili mediante un apposito coltello.

Casaro raspadura.JPG
credit photo: Wikimedia org. by Gabriele Zuffetti

Ma, se decidete di adoperarla, diffidate dai prodotti industriali preconfezionati ( quasi sempre imitazioni di quella autentica ) e scegliete quella proveniente dal pregiato “grana padano DOP ” della ” bassa” ( la parte di pianura tra la città di Lodi e il fiume Po ), che riporta generalmente in etichetta un trifoglio con all’interno la dicitura ” Tipico lodigiano “.

La scelta dei pomodori giusti è basilare per ottenere una pappa al pomodoro profumata e saporita: quelli più adatti sono i cosiddetti ” bambolini ” e i “pisanelli” ( chiamati anche “fiorentini”, costoluti e con pochissima acqua di vegetazione ) toscani, ma, se non li riuscite a reperire, usatene pure di altre qualità, ma accertatevi che siano asciutti, carnosi e ben maturi ed impiegate esclusivamente quelli di stagione.

Pomodoro grinzoso
credit photo: Wikimedia.com by Abbasnullius
Non usate pomodori coltivati in serra e preferite piuttosto usare i pelati se desiderate cucinare la succulenta pappa in inverno, quando non sono reperibili quelli maturati “al naturale “. 😉

Il pane deve essere “sciocco ” ( senza sale ), raffermo, ma non troppo secco e non va bagnato a parte.

La pentola di coccio è l’ideale, in quanto la cottura nella terracotta avviene in modo uniforme ed omogeneo.

Le versioni della famosa minestra sono parecchie ed ogni famiglia toscana ha il suo “segreto” nel cucinarla ( ho da qualche parte un taccuino con annotate 2 varianti particolarmente valide, che voglio pubblicare…..appena lo trovo 😉 ), ma oggi voglio proporvi il modo più semplice e rapido per ottenere una pappa al pomodoro più che buona con poca fatica e con un tocco originale dato, appunto, dall’abbinamento con le cialde di Parmigiano.

Con l’aggiunta del formaggio la pappa col pomodoro può anche diventare un piatto unico leggero e perfettamente equilibrato dal punto di vista nutrizionale secondo i parametri della dieta mediterranea.

Ingredienti per 4 persone:

800 grammi di pomodori sodi e maturi;
2-3 cucchiai di olio extravergine di oliva;
70 grammi di formaggio parmigiano grattugiato;
350 grammi di pane casereccio raffermo;
1 cipolla e 1/2;
1/2 spicchio d’aglio;
1 costa di sedano;
1 carota;
1 cucchiaino di zucchero;
8 foglie di basilico fresco;
1 chiodo di garofano;
sale e pepe q.b.

Preparazione della pappa al pomodoro con le cialde di Parmigiano

Mondate e lavate la carota, 1 cipolla e il gambo di sedano e utilizzateli per fare il brodo di verdure ( per prepararlo al meglio conficcate nella polpa della cipolla 1 chiodo di garofano e seguite le istruzioni per fare il brodo vegetale ).

Nel mentre che questo cuoce, passate sotto il getto d’acqua i pomodori, fate un’ incisione a forma di croce sulla loro superficie, scottateli per 10-15 secondi in acqua bollente e metteteli a raffreddare per qualche minuto in acqua e ghiaccio.

Poi scolateli, levate loro la buccia e fateli a pezzetti, eliminando i semi.

Tagliate a dadini il pane raffermo e tenetelo da parte in una ciotola.

Sbucciate lo spicchio d’aglio e mettetelo ad imbiondire in un padellino con l’olio extravergine; poi eliminatelo, aggiungete la mezza cipolla ( precedentemente sbucciata, lavata e tritata ) e continuate a stufare per qualche minuto, aggiungendo 1 mestolo raso di brodo vegetale bollente.

Unite poi i pomodori fatti a pezzetti e lo zucchero, aggiustate di sale e di pepe, aggiungete anche i cubetti di pane raffermo e continuate a cuocere a fuoco dolce per una trentina di minuti, mescolando col cucchiaio di legno e allungando la pappa al pomodoro, se vi accorgete che è il caso, sempre con il brodo di verdura caldo.

Grattugiate il Parmigiano e distribuitene un po’ all’interno di un coppapasta di piccole dimensioni e pressatelo in modo da ottenere un sottile strato compatto ed omogeneo.

Sformatelo poi dal coppapasta e ripetete la procedura fino a formare 4 cialde.

Preriscaldate il forno e, nel frattempo, rivestite l’interno della piastra con l’apposita carta, metteteci sopra le cialde di formaggio distanziate tra loro, infornate e lasciate cuocere per circa 5 minuti a 180°, controllando continuamente che il formaggio assuma la giusta doratura e non scurisca.

Poi togliete la placca dal forno e lasciate raffreddare.

5 minuti prima che la zuppa finisca di cuocere, aggiungete 3 foglie di basilico ( che rimuoverete quando la toglierete dal fuoco ).

Servite la pappa al pomodoro tiepida o a temperatura ambiente nelle singole scodelle, decorando ogni porzione con una cialda di Parmigiano, 1 foglia di basilico intera e un filo d’olio: irroratelo nella classica “forma a C”, mi raccomando. 😉

Se ti piacciono le zuppe, dai un’occhiata anche a:

Come fare la zuppa di cavolo alla paesana, primo piatto particolarmente indicato per le rigide serate invernali

La ricetta ligure della Mesciua, salutare zuppa di cereali di la Spezia

Bortsch di barbabietole: la sana zuppa ucraina

Credit photo: Flickr.com by Visit Tuscany

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro