Mesciua : zuppa ligure di legumi e granaglie

La Mesciua è una minestra ligure a base di legumi e granaglie: la ricetta per fare questa zuppa vegetariana povera, ma gustosa e e salutare, tipica di La Spezia.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

La Mesciua, detta anche mescciüa o mes-ciüa, è una zuppa vegetariana a base di legumi e cereali ed è un primo piatto tipico ligure della provincia di La Spezia e, più propriamente, del Golfo dei Poeti, ma ormai diffusa anche nel territorio genovese.

Forse di origini arabe, la Mesciua, che in dialetto significa “mescolanza”,  ha origini antiche e viene cucinata fin  dal XIV secolo nello spezzino dove era il piatto povero per eccellenza, preparato con i legumi e le granaglie che, durante le operazioni di carico e scarico dalle navi, sfuggivano dai sacchi.

Le donne raccoglievano con pazienza questi resti, li usavano per preparare la Mesciua e contribuivano in questo modo a risolvere il quotidiano problema del nutrimento della famiglia.

Ingredienti:

200 grammi di ceci;
200 grammi di fagioli bianchi;
200 grammi di farro o grano o orzo;
2 bicchieri d’olio extravergine di oliva;
pepe nero q.b;
sale q.b;
origano q.b;
bicarbonato di sodio q.b.

Preparazione della Mesciua secondo la ricetta del Levante Ligure

Prima della preparazione della Mesciua, occorre mettere a bagno in acqua fredda i legumi, ognuno in una bacinella separata, per circa 8- 12 ore ( l’antica ricetta suggerisce un ammollo di 24 ore per ammorbidire al massimo i legumi e i cereali, ma questa è una….”sottigliezza” e potete benissimo ridurre i tempi ).

Poi si lavano, si scolano e li si fanno cuocere  ancora separatamente in pentole diverse, dove si sarà aggiunta all’acqua di cottura salata un pizzico di bicarbonato di sodio, in modo che legumi e cereali rimangano teneri e morbidi.

I tempi di cottura dei legumi saranno, ovviamente, diversi e vanno dalle 3 ore  a 60 minuti.

Qui non voglio darli esatti, in quanto si potrebbe adoperare la pentola a pressione o, ad esempio, ceci già cotti e sarebbe facile fornire indicazioni sbagliate: usate il solito buonsenso e la “prova assaggio” e…non sbaglierete.  🙂

L’unico consiglio che posso dare è quello di prendervi del tempo in abbondanza per la preparazione della Mesciua: se, ad esempio, volete mangiare quest’ottima e nutriente minestra la sera, potete benissimo prepararla la mattina o all’inizio del pomeriggio.

Una volta che ceci e farro (o, al posto di quest’ultimo, orzo o grano) sono cotti, scolateli della loro acqua e uniteli alla pentola dei fagioli bianchi, avendo cura che il liquido di cottura complessivo sia 1 litro e 1/2 circa.

Fate cuocere ancora la zuppa di legumi e cereali per circa 15 minuti, assaggiate e aggiustate di sale se è necessario e poi servire in tavola la Mescciüa direttamente nelle scodelle, dopo averne irrorata la superficie con olio extravergine di oliva e spolverata con origano e pepe nero macinato.

A me non dispiace affatto anche l’aggiunta di parmigiano grattugiato nella zuppa, ma…è una questione di gusti e, del resto,  la ricetta originaria ligure della Mesciua è totalmente vegetariana e non prevede il formaggio tra gli ingredienti.

Credit photo intestazione: profernity  for Flickr.com

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

8 commenti su “Mesciua : zuppa ligure di legumi e granaglie

  1. Ecco, io, ad esempio amo il parmigiano da mangiare a morsi 😉 ma non lo amo nelle zuppe o sulla pastasciutta: questa ottima “mescolanza” la preferisco dunque senz’altro nella versione originaria 🙂

    Buona domenica, Franci!

    PS: l’occhio? meglio?

    1. Sulla pasta non piace nemmeno a me, nelle minestre…dipende: a volte si e a volte no 🙂

    2. Occhio…dolorante.
      Ma, per fortuna, per ora non ci sono complicazioni…porterò pazienza :-(((

  2. Non conoscevo questo ottimo piatto tipico ligure, complimenti! Anche a me piace molto il parmigiano quindi lo aggiungerei tranquillamente visto che ci sta bene!

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro