Gnocchi di semolino alla romana: la ricetta tradizionale

Come preparare in casa gli gnocchi di semolino alla romana: la ricetta tradizionale del gustosissimo, nutriente ed economico piatto laziale che è possibile fare con largo anticipo e congelare prima di cuocerlo al momento dell'effettivo consumo.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Gli gnocchi alla romana, piatto tipico della cucina del Lazio, sono dei dischetti rotondi, ricavati da un impasto preparato con semolino, uova, burro, latte e parmigiano, fatti raffreddare e poi dorare nel forno con sopra una spolverata di formaggio.

A Roma si usa da sempre prepararli tradizionalmente il giovedì della settimana (  dall’usanza deriva, infatti, il detto” Giovedì gnocchi! ” ), ma ti assicuro che, dato che gli gnocchi di semolino con la golosa crosticina sono davvero squisiti, ogni giorno va bene per mangiarli. 😉

Fare gli gnocchi alla romana è facile e, cosa che proprio non guasta, è possibile prepararli in anticipo ( si conservano, coperti, per 48 ore in frigorifero ) e farli gratinare nel forno prima del consumo.

Io ne faccio sempre una grande quantità, li congelo nel freezer di casa, divisi in vaschette di alluminio da forno già conditi col pecorino e con fiocchetti di burro sulla superficie, e poi li inforno quando me ne viene “la voglia” senza farli scongelare.

Accompagnati da verdure crude o cotte, gli gnocchi alla romana, essendo molto nutrienti, possono anche costituire un pasto veloce, sfizioso ed economico. 🙂

La forma rotonda è ormai un “classico”, sebbene gli gnocchi di semolino possano essere anche tagliati a triangoli o a quadrati.

Quella che ti propongo oggi è la ricetta tradizionale degli gnocchi alla romana, ma le varianti sono parecchie e mi riprometto di scrivere in seguito a proposito di quelle che mi piacciono di più.

Se vuoi rendere il piatto più leggero ( ogni singola porzione apporta circa 400 calorie ) puoi usare solo 2 tuorli e ridurre la quantità di burro e parmigiano, ma tieni presente che la bontà della preparazione sta proprio nell’abbondante condimento.

Ingredienti:

250 grammi di semolino;
3 tuorli d’uovo;
1 litro di latte;
1 cipolla piccola;
70 grammi di burro +la quantità per imburrare la pirofila;
90 grammi di Parmigiano Reggiano grattugiato;
40 grammi di pecorino romano grattugiato;
1 foglia di alloro;
1 chiodo di garofano;
1 cucchiaino di pepe nero in grani;
noce moscata grattugiata q.b;
sale e pepe q.b.

Preparazione degli gnocchi alla romana secondo la ricetta classica

Pulisci la cipolla, lavala, asciugala, steccala col chiodo di garofano e ponila in un tegame di acciaio inox.

Aggiungi il latte, la foglia di alloro, 1 cucchiaino di pepe in grani, una noce di burro, una presa di sale e un pizzico di noce moscata e porta ad ebollizione.

Spegni il fuoco, copri col coperchio e lascia riposare per 8-10 minuti per fare in modo che il latte s’insaporisca bene.

Poi togli gli aromi e la cipolla,  filtralo al colino e portalo nuovamente al punto di ebollizione.

Appena riprenderà il bollore, versaci dentro il semolino lentamente a pioggia, e, a fiamma moderata, mescola energicamente e in continuazione con la frusta da cucina per evitare la formazione di grumi.

Fai cuocere a fuoco basso ( sempre continuando a girare, ma stavolta col cucchiaio di legno ) per qualche minuto fino al parziale addensamento del composto, che dovrà risultare denso, ma non troppo duro.

Sbatti i tuorli con pochissimo latte con la forchetta e  aggiungili gradualmente e fuori dal fuoco, al composto, mescolando con delicatezza per fare in modo che il calore dell’impasto li faccia cominciare a cuocere.

Unisci anche il parmigiano grattugiato e mescola ancora per fare amalgamare bene il tutto.

Inumidisci leggermente l’interno di una teglia capiente ( puoi anche usare la carta da forno ), versaci dentro il composto e livellane la superficie con l’aiuto del dorso di un cucchiaio, anch’esso lievemente bagnato, facendo in modo che abbia uno spessore di 1/2-1 centimetro al massimo.

Quando si sarà raffreddato completamente ( puoi anche mettere la teglia in frigorifero per fare prima), ribalta il composto su un foglio di carta da forno posto sul piano di lavoro e, con l’aiuto di un coppapasta o di un bicchiere dal bordo sottile, taglialo in dischi dal diametro di circa 6 centimetri.

Imburra l’interno di una pirofila capiente ( o dei piatti da gratin da forno ), disponici dentro gli gnocchi di semolino, sovrapponendoli leggermente uno sull’altro.

Cospargili col burro fuso non bollente, spolverizza con abbondate pecorino romano grattugiato e falli cuocere, nel forno preriscaldato a 200° per una ventina di minuti circa.

Poi aziona il grill e fai gratinare per 4-5 minuti in modo che si formi la crosticina in superficie e servi subito in tavola i tradizionali gnocchi di semolino alla romana…..anche se non è giovedì. 🙂

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro