Gelato di pesche al maraschino senza latte, panna e glutine

Il gelato di pesca all'aroma di maraschino è un fine pasto ringrescante dal sapore delizioso: come prepararlo facilmente in casa gluten free e senza panna o latte con e senza gelatiera.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Seguendo la ricetta che ti propongo oggi, potrai realizzare uno strepitoso gelato di pesche al maraschino senza latte, panna e glutine da servire nel bicchiere su una dadolata dello stesso frutto fatto sciroppare semplicemente in casa.

Questo genuino e rinfrescante fine pasto, che si presta ad essere servito anche in occasioni speciali, è completamente privo di glutine e di prodotti derivati del latte ed è adatto, quindi, anche a coloro intolleranti a tali alimenti.

Se prevedi di avere bambini a tavola o persone che non consumano alcolici, evita l’aggiunta del liquore nel dessert destinato a loro e sostituisci il maraschino con 1-2 cucchiai di succo di pesca fresco acidulato con qualche goccia di limone.

Nel caso tu decida di usare pesche a pasta bianca, impiega anche 2 albicocche per dare un colore più intenso al gelato, altrimenti, se adoperi quelle gialle, calcolane 1 in più.

Per la perfetta riuscita del gelato di pesche, scegli frutti saporiti e profumati di stagione che siano piuttosto maturi e sodi, ma non troppo avanti nella maturazione.

Se hai particolare fretta, puoi sempre impiegare gelato alla pesca già pronto e pesche sciroppate in lattina o vasetto, ma io ti sconsiglio caldamente di evitare di farlo, perché, anche se ci metterai 5 minuti in tutto a preparare il gelato di pesche al maraschino, il dessert che otterresti, oltre a non avere la certezza che sia gluten and milk free non sarebbe certo la stessa cosa di quello fatto in casa dal gusto superlativo e inconfondibile.

Dato che alcuni liquori aromatizzati prodotti industrialmente possono contenere piccole quantità di glutine, bisogna assicurarsi che sulla confezione del maraschino che si andrà ad usare la dicitura “ senza glutine ” se il consumo è destinato a celiaci o persone intolleranti allo stesso.

Esecuzione della ricetta: facile

Tempo occorrente: 15 minuti + 15 di cottura

Costo: basso

Ingredienti per 6 persone:

per il gelato

500 g di pesche

2 albicocche (o 1 pesca gialla)

1 limone

300 grammi di zucchero

per le pesche sciroppate

4 pesche mature

150 g di zucchero

6 cucchiai di liquore maraschino

Preparazione gluten free e senza latte del gelato di pesche con frutti sciroppati e maraschino

Se le pesche provengono da agricoltura biologica, puoi anche non sbucciarle, ma, se non lo sono, è meglio levare loro la pelle.

Preparazione del gelato di pesche

Gelato di pesche fresche fatto artigianalmente

Spremi il limone, filtrane il succo e tienilo da parte.

Sciacqua e asciuga i frutti, tagliali a pezzetti su un piatto e passali al passaverdure con la griglia a fori piccoli montata assieme al loro sugo e a 2 cucchiai di quello dell’agrume.

Aggiungi alla purea di pesche lo zucchero e acqua in quantità necessaria ad ottenere un litro di composto liquido e poi passa nuovamente il miscuglio a un colino provvisto di maglie più strette rispetto a quello che hai usato prima.

Versa il tutto nella gelatiera e fai il gelato come di consueto.

Quando il piccolo elettrodomestico avrà finito di lavorare e si sarà fermato, leva le spatole, liscia il gelato di pesche e lascialo al freddo nella gelatiera chiusa per 6 ore circa prima di lavorarlo brevemente e servirlo in tavola dopo averlo fatto “rinvenire ” per una decina di minuti.

Se non hai la gelatiera, puoi anche preparare il gelato senza il suo aiuto farne, mettendo il passato di frutta zuccherato e annacquato nel congelatore in una ciotola di acciaio (o di vetro) fatta precedentemente raffreddare e mescolandolo ogni 25 minuti per 5-6 volte.

In questo caso, per ottenere il gelato di pesche senza l’uso del latte ci vorranno circa 4-5 ore, ma ricordati di estrarlo dal freezer una decina di minuti prima di servirlo e di mescolarlo vigorosamente per fare in modo di rompere i cristalli di ghiaccio fomatisi e di dargli una consistenza cremosa.

Preparazione delle pesche sciroppate

Pesche scirpèèate a dadini

Immergi le pesche in acqua bollente per 1-2 minuti (devono risultare ancora sode ma lievemente ammorbidite) per scottarle; poi scolale, eliminane la pelle e il nocciolo e tagliale in quarti.

Metti lo zucchero in una casseruola larga, versaci sopra  un po’di acqua, porta ad ebollizione e, mescolando con il cucchiaio di legno, fallo cuocere con la fiamma regolata al minimo fino a quando sarà diventato denso.

Aggiungi le pesche tagliate a cubetti, riporta a bollore, spegni il fuoco e lascia raffreddare.

Poi dividile in parti uguali nei singoli bicchieri ( puoi usare anche coppette o ciotoline di vetro)  nelle quali servirai il gelato di pesche in tavola e mettili nel frigorifero.

Lascia raffreddare lo sciroppo di cottura che ti servirà per coprire appena la frutta e, nel caso risultasse ancora troppo abbondante e liquido, cuocilo ancora in modo che si riduca prima di farlo riposare.

Aggiungi, infine, ad ogni bicchiere un cucchiaio di liquore, forma delle palline di gelato con l’apposito dosatore concavo, disponile sulla frutta sciroppata e servi subito in tavola il delizioso gelato di pesche al maraschino fatto espressamente da te in casa senza alcun impiego di latticini e ingredienti con glutine.

Se vuoi concludere un pasto con dessert rinfrescanti come questo, dai un’occhiata anche a:

Credit photo gelato di pesche:image by katyveldhorst from Pixabay

Credit photo pesche in sciroppo: image by Open Sphere from Wikimedia.org

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro