Fougasse provenzale con olive e origano

La fougasse è una gustosissima specialità del Sud della Francia da consumare da sola o con latticini, salumi o creme salate: la ricetta vegetariana con olive nere e origano e come impiegare quella avanzata e conservata.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Oggi voglio proporti la ricetta vegana della fougasse con olive e origano, profumato e appetitoso ” pane condito ” molto semplice ma altrettanto artistico di origine provenzale e molto diffuso nella Francia del Sud.

La specialità tipica transalpina, buonissimo e salutare lievitato a metà tra la base della pizza cotta e il pane, ha la consistenza ben croccante fuori e morbida dentro e presenta una forma elegante che ricorda quella di una spiga di grano o di una foglia, ottenuta mediante incisioni praticate nella pasta prima della cottura.

La fougasse provençal, da consumare da sola o accompagnata da salumi e formaggi (in Francia si usa molto abbinarla a quelli di capra), può anche essere arricchita con pezzetti di lardo, pancetta, cipolla o acciughe e profumata con rosmarino o altre erbe aromatiche a piacere, ma io trovo che questa versione totalmente vegetariana con olive nere e origano sia la migliore di gusto e la più digeribile e sana.

Fougasse cotta alla perfezione con crosta croccante e interno soffice

Se vuoi preparare la fougasse veloce, puoi partire dalla pasta da pane fresca già fatta (400 grammi circa) reperibile nelle panetterie, ma non è la stessa cosa e, se non hai i minuti contati e il tempo necessario al riposo, ti consiglio di preparare in casa l’impasto di questa preparazione base molto versatile da servire ” nature ” al posto del pane o da mangiare farcita secondo i propri gusti personali.

Ingredienti per 4 persone:

350 grammi di farina 0 per pane e pizza
200 grammi di acqua
6 grammi di lievito di birra fresco ( o 2 di quello di birra disidratato in polvere)
7 grammi di sale
8-10 olive nere di Gaeta
20 grammi di farina bianca
4 cucchiai di olio extravergine di oliva
1/2 cucchiaio di origano secco
pepe q.b

Preparazione della fougasse francese

Metti in una ciotola la farina setacciata e il lievito sbriciolato, aggiungi l’acqua tiepida a filo e lavora con le mani o con l’impastatrice fino a quando l’impasto si staccherà dalle pareti del contenitore.

Aggiungi il sale e le olive snocciolate e tritate grossolanamente e, se usi l’impastatrice, togli il gancio e impasta ancora fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo, mentre, se non la adoperi, trasferiscilo sulla spianatoia e lavoralo con le mani fino ad ottenere lo stesso risultato.

Se l’impasto risultasse ancora troppo appiccicoso, mettilo sulla spianatoia infarinata, coprilo con un canovaccio da cucina e attendi 6-7 minuti prima di proseguire nella realizzazione della ricetta.

Con mattarello e spianatoia infarinati, stendi il panetto dandogli la forma di un rettangolo.

Infarina anch’esso in superficie, coprilo con pellicola trasparente da cucina e poi con un canovaccio pulito e lascia lievitare per 1 ora circa nel forno spento, ma con la luce accesa.

Nel frattempo, metti in una ciotola l’origano, l’olio extravergine di oliva e 4 cucchiai di acqua, insaporisci con il sale e una macinata di pepe, mescola con cura e tieni da parte il condimento ottenuto per poi usarlo prima di cuocere la fougasse.

Una volta che  la pasta  avrà terminato la lievitazione, mettila sulla spianatoia, dividila in 4 parti uguali cercando di manipolarla il minimo necessario e poi trasferisci i pezzi ricavati dalla stessa su un foglio di carta da forno cosparso di farina.

Incidi la superficie di ognuno con un coltellino, praticando un lungo taglio verticale e, a destra e a sinistra,  altri obliqui a ventaglio più piccoli e allarga poi le fessure ottenute, tirando gli angoli della pasta molto delicatamente con le mani per ottenere una specie di foglia.

Preriscalda il forno con la leccarda inserita al suo interno e, nel frattempo, spennella il condimento con generosità sulla superficie di ciascuna fougasse.

Poi disponi il foglio su cui sono disposti i pezzi di pasta cruda sulla leccarda calda, nebulizza un po’ di acqua all’interno del forno per fare in modo che si formi del vapore, chiudi il portello e fai cuocere a 220° per circa 15-20 minuti fino a quando avranno assunto una bella colorazione dorata in superficie.

Poi sforna la fougasse e falla riposare un po’ su una gratella prima di consumarla entro poche ore, tiepida o fredda, per evitare che diventi gommosa con il trascorrere del tempo e perda la sua fragranza.

La fougasse si può conservare in un sacchetto di carta da pane chiuso o sotto una campana di vetro per 48 ore al massimo.

Se te ne dovesse avanzare, la cosa migliore da fare il giorno dopo è farcirla con fettine di formaggio brie e farla rivenire sotto il grill o nel tostapane prima di aprirla e aggiungere alla farcia foglie di rucola e 1 fetta di speck o di prosciutto crudo.

Puoi conservare per 15 giorni nel freezer la fougasse alle olive e origano dopo averla cotta e lasciata raffreddare per poi scongelarla lentamente nel forno a 120° al momento del consumo, mentre, se è ormai diventata secca, puoi riciclare l’avanzo tagliandolo a pezzi da utilizzare come crostini da spalmare con salse, formaggi e mousse salate o da aggiungere alle zuppe.

 

Se vuoi fare dei crostini con la fougasse secca avanzata, dai un’occhiata anche a:

Credit photo intestazione: fugzu for Flickr.com

Credit photo sezione di fougasse: fugzu for Flickr.com

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro