Coniglio al vino bianco con pancetta e funghi alla friulana

Ricetta del Friuli del coniglio al vino bianco con pancetta e funghi coltivati, versione particolarmente nutriente e adatta ai climi freddi dell'appetitoso piatto italiano.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Il coniglio al vino rosso o bianco è un piatto tipico della cucina italiana che può essere fatto in tanti modi diversi e con il freddo che fa in questi giorni penso che la versione invernale friulana del coniglio al vino bianco con pancetta e funghi sia quella ideale da darti oggi. La realizzazione dello stuzzicante e sostanzioso piatto, che, accompagnato  da purè o riso lessato può costituire un pasto unico, è piuttosto semplice, ma bisogna essere pazienti e farlo cuocere molto adagio e a lungo per ottenere un risultato ottimale.

I tempi di cottura sono indicativi, come lo sono anche quelli del coniglio alle olive del resto, perché dipendono da vari fattori come la frollatura della carne e, in ogni caso, ti suggerisco di chiedere consiglio al macellaio in proposito e anche di fartelo già tagliare in pezzi da lui per risparmiare tempo e lavoro.

Ingredienti per 6 persone:

1 coniglio da 1 chilo e 1/2
2 cipolle medie
1 spicchio di aglio
100 grammi di pancetta tagliata in un solo pezzo
200 grammi di funghi champignon
2 bicchieri di vino bianco secco
1 cucchiaio di farina
1 cucchiaio di burro
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
1 limone
1 mazzetto di erbe aromatiche (alloro, prezzemolo, rosmarino o timo)
noce moscata q.b
sale e pepe q.b

Preparazione del coniglio al vino bianco

Leva la pelle alle cipolle e all’aglio e tritali grossolanamente insieme.

Metti i pezzi tagliati di coniglio in una padella capiente sul fuoco senza aggiungere grassi e voltali ogni tanto finché l’acqua fuoriuscita dagli stessi sarà evaporata.

Taglia la pancetta a tocchetti, trasferiscila in un grosso tegame, accendi il fuoco e, quando il grasso si sarà liquefatto, unisci i pezzi di coniglio.

Falli dorare su tutta la loro superficie a fuoco dolce per evitare che il grasso si bruci e poi aggiungi il trito di cipolle e aglio.

Quando questi saranno appena imbionditi, sfuma con il vino bianco allungato con 1 bicchiere di acqua, aggiungi il mazzetto di odori.

Insaporisci con un pizzico di sale e di pepe e con una presa di noce moscata grattugiata e, quando sarà ripreso il bollore, abbassa la fiamma, copri il tegame con il coperchio e continua la cottura slow per  60 minuti circa.

Nel frattempo, monda i funghi, tagliali in 4 , lavali con acqua e succo di limone, scolali e asciugali accuratamente.

Aggiungili alla casseruola e fai cuocere il coniglio al vino bianco con pancetta e champignon ancora per una quindicina di minuti circa.

Poco prima di servire in tavola, aggiungi alla salsa il burro impastato con la farina fuori dal fuoco; rimetti sul fuoco e falla cuocere per pochi minuti prima di versarla ben calda sui pezzi di coniglio disposti sul piatto di portata e spolvera il tutto con il prezzemolo tritato.

Se ti piace la carne di coniglio, dai un’occhiata anche a:

  • Coniglio in casseruola con pinoli e olive: la ricetta ligure
  • Terrina di coniglio: come prepararla facilmente
  • Come si fa il coniglio alla senape
Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro