Coniglio alla senape

Il coniglio alla senape nella versione italiana, meno laborioso da realizzare rispetto al piatto francese, ma ugualmente gustoso: la ricetta di nonna Ada.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

La ricetta che vi propongo oggi non è quella del coniglio alla senape francese, il famoso Lapin à la Moutarde, per la realizzazione del quale occorre una lunga marinatura e l’ impiego di panna acida e del dragoncello.

La mia nonna, che aveva vissuto molto in Francia, lo cucinava qualche volta, ma preferiva preparare più frequentemente questa versione italiana del coniglio alla senape, meno laboriosa e ugualmente saporita ed originale.

La scelta del tipo di senape è personale, ma io sono d’accordo con nonna Ada e, come lei, consiglio di usare senape di Digione, particolarmente adatta per la carne del coniglio.

Tempo di preparazione: 10 minuti più 1 ora e 1/2 di cottura
Difficoltà: facile

Ingredienti per 6 persone:

1 coniglio giovane di circa 2 chili;
1 vasetto di senape di Digione;
4-5 cucchiai di olio extravergine di oliva;
1/2 litro di panna;
1 mazzetto di erbe aromatiche fresche ( rosmarino, prezzemolo, salvia);
sale e pepe q.b.

Preparazione del coniglio alla senape

Procuratevi il coniglio già mondato, lavatelo, asciugatelo e tagliatelo a pezzi alle giunture, facendo attenzione a non rompere le ossa, in modo da evitare che si formino schegge.

Mettetelo in una padella antiaderente o di ceramica ( senza aggiungere grassi ) e fategli dare via l’acqua a fuoco dolce, poi scolatelo e ponetelo in una casseruola con l’olio extravergine.

Lasciate rosolare i pezzi da tutte le parti e, quando avranno assunto una bella colorazione dorata, eliminate l’olio e aggiungete il mazzetto di erbe aromatiche e la senape.

Mescolate bene il tutto, coprite col coperchio e fate cuocere a fiamma bassa per circa 15 minuti, rivoltando i pezzi di carne 2 volte.

Trascorso questo tempo, diluite la panna con 2 cucchiai di acqua tiepida, coprite nuovamente e continuate la cottura, sempre a fiamma dolce, mettendo tra il fuoco e il fornello una retina frangifiamma.

Fate cuocere il coniglio alla senape per circa 45-50 minuti, cioè fino a quando, bucando la carne con l’aiuto di una forchetta, potrete assicurarvi che sia diventata tenera.

Assaggiate e condite con sale e pepe secondo il vostro gusto personale.

Servite il coniglio ben caldo, accompagnandolo con patate arrostite ( o patate lesse o purè ) o con fagiolini bolliti e insaporiti al burro.

Se riuscite a farvi procurare dal vostro macellaio la retina di maiale, potete anche cucinare il coniglio alla senape al forno: in questo caso non tagliatelo in pezzi, spalmatelo con la senape, avvolgetelo in un pezzo di rete di maiale ( che avrete precedentemente fatto ammorbidire per qualche minuto in acqua tiepida ), preriscaldate il forno e poi fatelo arrostire per 45-60 minuti a 175°.

Articoli correlati:

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro