Condizionamento delle foglie

Come condizionare le foglie impiegate nelle decorazioni floreali e per ornare i vasi di fiori per mantenerle belle a vedersi e farle durare più a lungo.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Dopo aver visto il modo corretto di raccogliere fiori e foglie, oggi parlerò dell’importante tecnica del  condizionamento del fogliame, pratica essenziale per una migliore durata di foglie e addobbi floreali.

Come prima cosa bisogna pulire bene la superficie delle foglie e, se è il caso, aiutiamoci con una spugna bagnata con acqua e detersivo per lavare i piatti, avendo cura di sciacquare bene il materiale vegetale al termine dell’operazione.

Poi si passerà al condizionamento vero e proprio che consiste in un prolungato bagno del materiale in acqua fresca.

La durata di questo trattamento può durare fino a 6-8 ore per foglie dure e resistenti, ma non c’è un tempo standard  valido per tutte.

Infatti è impossibile stabilire a priori  le ore della permanenza in acqua, in quanto la cosa dipende dal tipo di materiale e dalla maturità di questo.

Le felci, per esempio, hanno bisogno dalle due alle quattro ore a seconda della resistenza delle stesse.

Aiutiamoci col buonsenso e con la pratica nello stabilire i tempi ed otterremo buoni risultati , ricordando sempre che, nel dubbio, è preferibile ridurre i tempi piuttosto che allungarli: infatti la troppa permanenza in acqua potrebbe rendere le foglie molli e scolorirle ( nella composizione floreale il fogliame deve “tenere” e non presentare difetti ).

Come condizionare le foglie recise per farle rimanere fresche a lungo

Per  il condizionamento trovo molto pratico l’uso di rete sottile e morbida, quella che si può facilmente trovare in tutti i centri di giardinaggio e che è usata solitamente per proteggere le semine dagli uccelli.

Occorre avvolgervi il materiale vegetale e metterlo poi nell’acqua, sommergendolo completamente: in questo modo si evita di otturare gli scarichi di vasche e lavandini con eventuali residui che, in questo modo,rimangono nella rete.

Una volta composte o messe in un vaso da fiori, è bene ricordarsi di spruzzare le foglie spesso con acqua fresca per aumentare l’umidità e fare in modo che non si disidratino ed inaridiscano.

Alcuni tipi di fogliame non vanno immersi completamente in acqua nel condizionamento ed altri richiedono trattamenti particolari prima di essere inseriti in una decorazione floreale per fare in modo che durino a lungo.

Credit photo: Flickr.com by montillon.a 

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro