Home Guide e consigli Come essiccare i peperoncini appesi in collane

Come essiccare i peperoncini appesi in collane

Peperoncini appesi messi ad essiccare all'aria

Anche quest’estate, come ogni anno, mi sto accingendo a fare delle decorative e colorate collane con i peperoncini rossi piccanti del mio orto procidano per poi lasciarle essiccare  all’aria naturalmente e adesso ti spiego in cosa consiste e come adottare questo antico e “ folcloristico ” metodo casalingo insegnatomi dalle donne della costa cosentina che realizzano artigianalmente le “ trecce ” con i peperoncini della pregiata varietà Diavolicchio Diamante per venderle ai turisti.

Anche se esistono altri sistemi per essiccare i peperoncini con il fai da te e devo ammettere che l’uso dell’essiccatore o del forno è assai pratico e semplice, per me fare a mano le trecce con i frutti delle specie rosse e piccanti del Capsicum L. e appenderli  all’aria assieme ai miei nipotini è per me un vero e proprio rito che mi consente di farli “ asciugaregradualmente in modo del tutto naturale e allo stesso tempo di ottenere un elemento ornamentale che abbellisce la mia cucina e che, secondo i calabresi, “ porta fortuna ”.

Prima di spiegarti come ottengo le collane di peperoncini, in che modo le lascio disidratare e come conservarle idoneamente, devo, però, farti una importante premessa: l’essiccazione naturale all’aria da interi è da evitare se si tratta di peperoncini particolarmente succosi e carnosi, come gli habanero e i superhot, che potrebbero sviluppare muffe e marciscenze al loro interno e che è meglio mettere sott’olio o che bisogna tagliare a pezzi se proprio li si vuole fare disidratare.

Peperoncini piccanti rossi freschi ed integri

Tieni presente, inoltre, che questa tecnica “ della collana ”, va impiegata esclusivamente con peperoncini piccanti rossi e che è adatta a climi asciutti e a luoghi ventilati, poiché l’umidità e la mancanza di circolazione d’aria potrebbero causare la formazione di muffe e compromettere, di conseguenza, la buona riuscita del prodotto finale.

SE VUOI RICEVERE GRATUITAMENTE I NUOVI POST IN ANTEPRIMA CLICCA SU

Come legare i peperoncini in collane, essiccarli all’aria e conservarli

Procurati dei peperoncini rossi maturi, freschi, dal colore brillante e omogeneo, privi di ammaccature e di parti scure e raccolti nelle ore più calde di una giornata soleggiata e possibilmente ventosa.

Come indossare i guanti di lattice monouso

Indossa i guanti di lattice monouso protettivi (per evitare che la “ pizzicosa ” capsicina contenuta nei peperoncini ti rimanga sulle mani e che ti infiammi gli occhi se inavvertitamente te li  dovessi toccare) e puliscili, strofinandoli delicatamente con un canovaccio appena inumidito per eliminare la polvere ed eventuali impurità dalla loro superficie e poi passali con un altro canovaccio asciutto per eliminare il più possibile l’umidità rimasta sugli stessi.

Utilizzando un grosso ago e dello spago da cucina resistente o, meglio ancora, del filo da pesca legato ad una estremità a una posata per impedire ai frutti di sfilarsi, infilza un peperoncino intero alla volta al livello del picciolo, distanziando di circa 1 cm l’uno dall’altro.

Continua a infilare i frutti in questo modo e, quando quando avrai ottenuto una collana della lunghezza di circa 70 cm, chiudila, annodandone le estremità, e appendila in un luogo arieggiato e asciutto ( io la attacco a un chiodo piantato sul muro della veranda) o, se vuoi, puoi anche sistemarla all’aperto, ma in tal caso evitane l’esposizione diretta al sole e  ritirala di notte e quando il tempo è cattivo o minaccia di diventarlo.

Di solito i peperoncini impiegano a seccarsi 3-4 settimane (o meno se li esponi all’aria) con questo sistema, ma non potendo darti tempi precisi, perché dipendono da diverse variabili, come la loro dimensione, grado di maturazione e quantità d’acqua contenuta, condizioni climatiche, tasso di umidità atmosferica e presenza di correnti d’aria, ti consiglio di verificarne la disidratazione di tanto in tanto e di utilizzarli per insaporire i piatti solo quando risulteranno ben asciutti e croccanti.

Una volta che la collana di peperoncini sarà perfettamente secca, appendila in cucina per dare all’ambiente una tocco decorativo e una nota di colore e di allegria e preleva volta per volta i frutti disidratati che ti servono al momento, ma tieni conto del fatto che i peperoncini essiccati durano circa 12 mesi e poi diventano via via mollicci con il passare del tempo se sono interi e li si espone agli effluvi umidi causati dalle cotture.

Nel caso tu preferisca conservare i peperoncini fatti essiccare da appesi più a lungo, puoi sfilarli dalla collana, chiuderli in un sacchetto di carta da pane e riporli in un luogo fresco e asciutto, o, nel caso non t’importi che rimangano integri, li puoi anche sminuzzare grossolanamente con le mani o ridurli in polvere con un macinino da caffè, metterli in un contenitore di vetro pulito chiuso ermeticamente e riporli in un posto non umido e buio in modo che si mantengano piccanti e inalterati per almeno 3 anni.

 

Se vuoi sapere come essiccare correttamente altri alimenti, dai un’occhiata anche a:

Credito foto intestazione: Roberto Pasini per Flickr.com

Credito foto peperoncini rossi freschi: Marco Verch su licenza Creative Commons

Credito foto guanti di lattice: Marco Verch su licenza Creative Commons  

Change privacy settings