Brasato di vitello dietetico

Nella preparazione del brasato di vitello dietetico non è previsto l'uso di burro, pancetta, grasso di prosciutto e brodo di carne: la ricetta light.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Faccio spesso il brasato di vitello e, solitamente, adopero la pancetta, il burro e il grasso di prosciutto, ma essendo a dieta, negli ultimi tempi preferisco cucinarlo in questa versione light che è, certamente, più dietetica.

Al posto del brodo, io adopero l’acqua calda quando cucino il brasato dietetico, ma non c’è dubbio che l’aggiunta del brodo di carne rende il piatto più saporito.

Per rendere la preparazione maggiormente leggera uso il vino bianco al posto del rosso.

I tagli di carne più adatti sono la noce e il petto ( o fiocco di petto ) di vitello.

Consiglio di eseguire la cottura in un tegame di coccio o di ghisa, in grado di mantenere il calore uniforme.

Il brasato di vitello, accompagnato con la polenta o col riso pilaf e verdure bollite può costituire un pasto completo, sostanzioso e non troppo calorico.

Se, invece, volete portare in tavola un piatto unico meno light, potete accompagnare il brasato con riso allo zafferano e verdure saltate in padella.

Ingredienti per 6 persone:

1,200 Kg. di petto di vitello;
12 cipolline novelle;
200 gr. di funghi champignon;
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro;
2 cucchiai di olio extravergine di oliva;
1 bicchiere di vino bianco secco;
1 limone;
12 olive nere;
12 olive verdi;
2 spicchi d’aglio;
1 mazzetto di erbe aromatiche fresche (salvia, rosmarino e prezzemolo);
sale e pepe q.b

Preparazione del brasato di vitello light

Togliete il nocciolo alle olive e passatele sotto il getto di acqua corrente per far perdere loro il sale.

Pulite i funghi e lavateli in una soluzione di acqua e succo di limone.

Eliminate la pelle alle cipolline, sciacquatele e asciugatele.

Lavate, asciugate e tagliate la carne di vitello a fette; poi mettetele in un tegame, in cui avrete fatto scaldare un po’ d’olio extravergine di oliva, e fatele dorare leggermente su entrambi i lati.

Unite le cipolline e, quando queste saranno imbiondite, aggiungete anche gli champignon, precedentemente scolati e asciugati, e fate cuocere il tutto per qualche minuto.

Fate sciogliere la salsa di pomodoro concentrata nel vino bianco, versatela nel tegame e mescolate con delicatezza col cucchiaio di legno.

Se volete, potete anche aggiungere qualche pomodorino tagliato a metà.

Condite con il sale e il pepe, aggiungete gli spicchi d’aglio vestiti ( non togliete loro la buccia ) e schiacciati e il mazzetto profumato.

Coprite il brasato col coperchio e fatelo cuocere a fiamma bassa per circa 1 ora e 1/2, aggiungendo 2 mestoli di acqua calda non appena il vino si sarà asciugato.

Aggiungete le olive scolate solo qualche minuto prima che la cottura abbia termine.

Fate la ” prova assaggio” e, se è il caso, aggiustate ancora di sale e di pepe secondo il vostro gusto personale.

Se volete ottenere una salsa più raffinata, potete passare il fondo di cottura, i funghi e le cipolline al mulinetto, aggiungendo, se risultasse troppo densa e asciutta, un po’ di brodo o di acqua calda.

Mescolatela per farla ben amalgamare e disponetela sulle fette brasate.

Servite il brasato di vitello ben caldo, accompagnandolo con verdure lessate e col riso pilaf  (o con la polenta) e….non fate la “scarpetta” col pane: questo è e deve rimanere un piatto dietetico. 😉

.

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro