Zuppa di gamberi, funghi e asparagi alla thailandese

La zuppa di gamberi, champignon e asparagi è un gustoso e delicato primo piatto adatto ad occasioni informali e a pranzi importanti: la ricetta tipica thailandese.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

La zuppa di gamberi, asparagi e funghi è un appetitoso primo piatto della tradizionale gastronomia della Thailandia di facile esecuzione e molto gradito da chi ama il connubio dei sapori del mare con quelli della terra.

L’ideale sarebbe l’impiego di tutti gli ingredienti freschi, ma, dato che i funghi di bosco e gli asparagi hanno tempi di raccolta diversi, io adopero asparagi surgelati (sono già puliti e non si perde tempo a mondarli) e i sempre reperibili champignon coltivati al posto dei porcini per poter realizzare la zuppa in ogni stagione.

Adopera peperoncini freschi dolci e non piccanti e, poiché la qualità del brodo vegetale svolge un ruolo primario nel dare profumo al piatto, usa, se ti è possibile, del dado fatto artigianalmente invece di quelli di produzione industriale del supermercato dagli aromi alquanto “artificiali”.

La ricetta tipica di questa zuppa di gamberi e funghi, che, arricchita dalla presenza di asparagi verdi o viola (quelli bianchi sono poco adatti alla specifica preparazione), assume un sapore delicato e particolarmente piacevole, non prevede l’uso di sale (la salsa di soia è molto sapida di per sé), ma, se ti piace mangiare “saporito”, fai un assaggio a fine cottura per capire se è il caso di aggiungerlo o no.

Noodles crudi ancora da cuocere

Se vuoi trasformare la zuppa mare-terra in una minestra di gamberi, asparagi, champignon e pasta thai, aggiungi dei noodles (specie di taglierini orientali reperibili ormai facilmente anche in Italia) verso la fine della cottura (leggi le indicazioni su quanti minuti occorrono per cuocere i noodles riportate sulla confezione e regolati di conseguenza).

Esecuzione della ricetta: facile

Tempo occorrente: 15 minuti + 15 minuti di cottura

Costo: medio

Ingredienti per 4 persone:

12 gamberi

12 asparagi

4 funghi champignon

1 spicchio di aglio

1 limone non trattato

2-3 peperoncini rossi del tipo non piccante freschi

40 g di zenzero fresco

1 cucchiaino di salsa di soia

peperoncino in polvere q.b (facoltativo)

1 dado per brodo di verdure

Preparazione della zuppa di gamberi, asparagi e funghi secondo la ricetta thai tradizionale

Per prima cosa, bisogna pulire i gamberi in questo modo:

  • leva loro il carapace, tenendo attaccate le code;
  • estrai il filetto intestinale nero dalla parte dorsale ed eliminalo;
  • sciacquali sotto l’acqua fredda corrente e poi scolali.

Togli la scorza allo zenzero, fallo a rondelle e tienilo da parte.

Monda gli champignon, passali in un panno morbido per eliminare polvere ed altre eventuali impurità presenti sulla loro superficie, tagliali a fettine sottili e irrorali con una piccola quantità di succo di limone filtrato.

Metti sul fuoco una pentola con 1 litro di acqua e, quando avrà raggiunto il bollore, aggiungi il dado di verdure, una scorzetta di limone, l’aglio spellato e lo zenzero.

Quando il dado si sarà sciolto del tutto, passa il brodo ottenuto al colino per filtrarlo, lasciaci dentro qualche pezzetto di zenzero e, volendo, l’aglio ( se non lo digerisci, è meglio toglierlo) e trasferiscilo in una casseruola capiente.

Riporta ad ebollizione, aggiungi gli asparagi precedentemente lavati e fatti a tocchetti, i funghi e i peperoncini tagliati a striscioline.

Attendi qualche minuto e poi unisci anche i gamberi e fai cuocere il tutto per 5 minuti circa.

Condisci la zuppa di gamberi, asparagi e funghi con la salsa di soia e con il succo di limone rimasto, insaporiscila, se vuoi, con un pizzico di peperoncino in polvere come si usa fare spesso in Thailandia e servila subito in tavola, tiepida in estate e ben calda in inverno, in ciotole singole, accompagnandola con un vino bianco secco e giovane come il Vermentino della Gallura.

Se ami portare in tavola appetitose zuppe sempre diverse ed originali, dai un’occhiata anche a:

Zuppa di gamberi: come farla alla francese con dragoncello e panna

Zuppa di gamberi all’aroma di agrumi: la ricetta indonesiana con lo zenzero

Zuppa di scorfano: come renderla strepitosa con l’aggiunta del brandy

Credit photo intestazione: Takeaway for Wikimedia.org

Credit photo noodles: RitaE for Pixabay

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro