Triglie alla maniera orientale

Ricetta per la preparazione delle triglie con la saporita e originale salsa all'orientale.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Non avevo mai cucinato le triglie all’orientale, ma ne ho avuto la ricetta il mese scorso dalla mia amica Sonia e subito ho voluto sperimentarla.

Devo dire che la preparazione non mi è riuscita benissimo la prima volta, ma, provandola ancora e correggendo i dosaggi, sono infine riuscita ad ottenere un risultato molto soddisfacente.

L’esecuzione delle triglie in salsa orientale non presenta particolari difficoltà, anche se vi consiglio di controllarle spesso  mentre cuociono e di adattare i tempi di cottura al forno di casa.

Quando si parla di pesce cucinato alla maniera orientale si pensa subito allo zenzero, ma in questo caso non inseritelo tra gli ingredienti della salsa in quanto…..”farebbe a pugni” col coriandolo e con lo zafferano.

Io considero le triglie il tipo di pesce più adatto alla preparazione, ma è anche possibile impiegare altre varietà, come, ad esempio, i tranci di nasello.

Il sugo esotico renderà gustosi anche i pesci meno saporiti.  🙂

Ingredienti per 6 persone:

6 triglie freschissime ( dal peso, ognuna, di 150-200 grammi );
1,50 decilitri di olio extravergine di oliva;
1 decilitro di vino bianco del tipo secco;
farina q.b;
sale q.b;
pepe q.b.

Per la salsa:

6 pomodori maturi ( o 400 grammi di pelati in scatola );
8 semi di coriandolo;
1 bustina di zafferano in polvere;
3 rametti di timo fresco;
1 foglia di alloro;
1 cucchiaio di prezzemolo tritato;
olio extravergine di oliva q.b;
sale e pepe q.b.

Per la guarnizione:

6 filetti di acciughe sottolio;
6 fette di limone;
prezzemolo q.b.

Preparazione delle triglie all’orientale

Levate le scaglie ai pesci ( con l’apposito utensile da cucina o con l’aiuto di un coltellino ), svuotateli delle interiora, eliminate le pinne, lavateli sotto il getto d’acqua fredda e scolateli bene.

Poi passate le triglie nella farina e fatele friggere rapidamente in una padella con olio bollente, girandole da ambo le parti.

Poi levatele dal fuoco, sgocciolatele bene per eliminare l’eccesso di unto e ponetele, affiancate, in una pirofila da forno che possa essere portata in tavola.

Infine cospargetele con 3 cucchiai di olio extravergine, il vino bianco e aggiustatele di sale e pepe.

Preparazione della salsa

Sbucciate, lavate la cipolla e tagliatela a fettine sottili e fatela appena imbiondire in una padella a fuoco moderato.

Aggiungete i pomodori, privati della pelle e dei semi, ( o i pelati in scatola, precedentemente sgocciolati ), il timo, l’alloro, i semi di coriandolo, il trito di prezzemolo, lo zafferano sciolto in poca acqua tiepida, il sale e il pepe.

Fate cuocere la salsa senza coperchio e a fiamma bassa, mescolandola col cucchiaio di legno di tanto in tanto, fino a quando  si sarà addensata.

Cottura e presentazione in tavola

Poi versatela sulle triglie, coprite la pirofila con un foglio di alluminio da cucina ( con la parte lucida unta d’olio rivolta verso l’interno ).

Preriscaldate il forno a 220°, infornate e fate cuocere per circa 10 minuti e finite la cottura per altri 10 minuti con lo sportello socchiuso.

Levate il foglio di alluminio, lasciate raffreddare completamente le triglie nella loro salsa speziata e poi guarnite ognuna di esse con una fetta di limone con sopra un filetto di acciuga arrotolato e riempito di foglie di prezzemolo tritate.

Le triglie all’orientale devono essere servite in tavola rigorosamente fredde e possono costituire un piatto unico se accompagnate da riso pilaf o in bianco.

 

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro