Tacchino ripieno all’italiana

Come preparare il tacchino farcito all'italiana seguendo le indicazioni di nonna Ada: occorrente, dosi, modalità di preparazione.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Il tacchino ripieno è un grande protagonista delle Feste di Natale e del Capodanno: l’aspetto è veramente trionfale e il gusto conquista letteralmente i commensali con il saporito ripieno a base di formaggio grana, salsiccia e castagne.

Preparare questa versione italiana del tacchino ripieno è più facile di quel che sembra a prima vista e, seguendo la classica ricetta di nonna Ada, otterrete un piatto spettacolare e golosissimo che i vostri ospiti apprezzeranno molto.  🙂

Preparatelo solo quando avete a disposizione molto tempo, visto che per cucinarlo occorrono almeno 5 ore.

Io, quando cucino il tacchino ripieno, lo faccio per una ventina di persone, ma è anche possibile cucinare un tacchino molto più piccolo, riducendo le dosi, ma rispettandone le proporzioni.

Ingredienti per 17- 20 persone:

8 chili di tacchino eviscerato e pulito;
1 chilo di mele renette;
750 grammi di carne di vitello macinata;
2 chili di zucca;
400 grammi di prugne secche senza nocciolo;
250 grammi di salsiccia fresca;
200 grammi di castagne lesse;
350 grammi di latte;
750 grammi di vino rosso del tipo secco;
150 grammi di pane secco;
2 uova;
100 grammi di pistacchi senza la buccia;
50 grammi di formaggio grana grattugiato;
100 grammi di zucchero;
1 stecca di cannella;
2 stelle di anice stellato;
3 chiodi di garofano;
rosmarino q.b;
olio extravergine di oliva q.b;
pepe in grani q.b;
sale q.b.

Preparazione del tacchino ripieno alla maniera italiana

Cominciate con lo strinare il tacchino, bruciacchiando sulla fiamma viva la pelle per eliminare le piumette più sottili rimaste dopo la spiumatura; poi lavatelo e asciugatelo con cura.

Preparate il ripieno:

levate la pelle alla salsiccia, fatela a pezzi e unitela in una ciotola capiente alla carne macinata, il latte , il grana grattugiato, i pistacchi, le prugne, le castagne, 3 pizzichi di sale, il pane raffermo, 2 uova e una macinata di pepe.

Lavorate il ripieno, amalgamandolo bene con l’aiuto della mani fino a quando sarà omogeneo e uniforme.

Poi, servendovi di un grosso cucchiaio, inseritelo all’interno del tacchino, che chiuderete alle estremità, cucendole con un grosso ago e spago da cucina.

Legate le cosce del tacchino, facendo anche passare lo spago per 2 volte sotto le ali, intrecciandolo sul dorso.

Ungete con l’olio una teglia molto capiente, metteteci dentro il tacchino ripieno che avrete insaporito con un po’ di olio, rosmarino, sale e pepe.

Preriscaldate il forno, infornate la teglia e lasciate cuocere per 4 ore a 160 gradi: durante questa fase è necessario ammorbidire la carne del tacchino con il suo fondo di cottura.

La lunga cottura a questa temperatura fa in modo che la carne si mantenga morbida e non stopposa, mentre la pelle diventa croccante.

Il tacchino sarà cotto al punto giusto quando la temperatura al cuore avrà raggiunto i 65°: è importantissimo controllare con l’apposito termometro da cucina, munito del punteruolo da infilzare nella carne.

Nel frattempo sbucciate la zucca, tagliatela a pezzetti e mettetela in una casseruola larga e bassa ( possibilmente di coccio ), aggiungete 100 grammi di acqua fredda e un po’ di olio extravergine di oliva, salate, pepate e fatela cuocere la fiamma bassissima e col coperchio per 1 ora circa.

Mettete una stella di anice, 1 stecca di cannella e 3 chiodi di garofano in un sacchetto di garza da cucina e chiudetelo.

Lavate e sbucciate le mele e mettetele in un’altra casseruola con il vino, lo zucchero e il sacchetto contenente le spezie: fate cuocere col coperchio e a fuoco lentissimo per 1 ora e mezza.

Una volta cotto, mettete il tacchino ripieno su un grande piatto di servizio, aggiungete le mele e la zucca ai lati e decorate con rametti di rosmarino.

Il tacchino va  portato in tavola intero, in tutta la sua ” magnificenza ” prima di procedere al taglio delle parti.

Poi sezionatelo, staccando prima le cosce e poi le ali, fate a fette il petto e la parte posteriore contenente il ripieno, levate l’osso al petto, estraendo il ripieno rimanente, e servitelo a fette assieme al resto.

Il tacchino ripieno può anche essere servito con un contorno di patate al forno, meglio se novelle.

Credit photo : CT M for Flickr.com

Tanti cari auguri agli amici e lettori di Trucchi di Casa di un sereno Natale con l’ultimo brano del mio amico e grande musicista Ilario Shanzer 🙂

Ilario Schanzer su You Tube

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

16 commenti su “Tacchino ripieno all’italiana

  1. Ommammasanta! Ma con tutta questa roba c’è da mangiare alla Vigilia, Natale, Ultimo dell’Anno, Capodanno e Befana!! Un tacchino per ogni occasione^^

    Buon Natale anche a te, baby!

    Moz-

  2. Che buono il tacchino ripieno , seguiro’ alla lettera la tua ricetta …
    non vedo l’ora di servirlo in tavola …!!!!
    Bravo anche il Maestro Ilario Schanzer con il suo bellissimo brano Musicale:
    COMPLIMENTEI AD ENTRAMBI ..!!!!

  3. Ottima ricetta…io sono pigra e temo figuracce per cui ho preso pronto il rotolo di tacchino ripieno. Devo solo cucinarlo. ^__*
    Buon Natale cara Franci. Auguri con tutto il cuore! ^_^ Un abbraccio

  4. Ciao Franci, arrivo in ritardo a farti gli auguri.
    E’ stato un brutto periodo, il giorno di Natale abbiamo dovuto salutare per sempre la nostra cagnolina Olivia.
    A presto.
    Dani

    1. Mi dispiace, Dani.Per me il 2014 è stato durissimo.Ti faccio i migliori auguri di buon anno nuovo e ti abbraccio forte.

  5. Sempre molto belle le composizioni del bravissimo ilario schanzer ;
    Video e musica splendidi !!

  6. Ci credi che non l’ho mai fatto?!?! Devo rimediare…. è trooooooooooppo invitante e gustoso!!!! Auguri di buon 2015, ti abbraccio!!!!

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro