Spaghetti con le cicale di mare alla procidana

Come preparare i gustosissimi spaghetti alla canocchie fresche seguendo la vecchia ricetta degli abitanti di Procida.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Visto che questa è proprio la stagione in cui le canocchie, dette anche cicale, sono piene e carnose, io le mangio spessissimo in quanto…..le adoro letteralmente. 🙂

Oggi ho fatto gli spaghetti con le canocchie alla procidana e devo proprio dire che erano buonissimi.

Anche se i garganelli, che vedete nella foto in alto, sono un formato di pasta tipico della Romagna, io trovo che siano molto indicati per  la preparazione di questo piatto campano, ma la ricetta originale procidana prevede l’uso di spaghetti o di linguine.

Ingredienti per 4 persone:

400 grammi di spaghetti o di linguine;
16 canocchie grosse;
4 pomodori maturi grossi o l’equivalente di pomodorini tondi;
1 o 2 spicchi d’aglio ( secondo il proprio gusto );
mezzo bicchiere di vino bianco;
prezzemolo q.b;
olio extravergine di oliva q.b;
sale q.b;
peperoncino ( facoltativo ) q.b.

Spaghetti al sugo rosso di canocchie alla procidana

Preparazione degli spaghetti con le cicale secondo la ricetta di Procida

Lavate le canocchie ( possibilmente in acqua di mare ), scolatele e levate via le chele, le squame e le zampette inferiori, seguendo le indicazioni del video in basso.

Lavate, togliete la pelle ai pomodori (sbollentateli, in modo che la pelle venga via più facilmente ) e fateli a pezzi.

Sbucciate lo spicchio d’aglio e dividetelo in due.

Lavate, asciugate e tritate il prezzemolo.

Mettete in una  padella capiente ( possibilmente una padella di ferro ) l’olio di oliva  e l’aglio e fate imbiondire a fuoco basso ( l’aglio non deve rosolare, ma solo colorarsi leggermente e sprigionare l’aroma ).

Aggiungete le cicale e metà del prezzemolo tritato, girate delicatamente col cucchiaio di legno, versate il vino bianco e fate cuocere a fuoco basso per circa 3 minuti fino a quando le canocchie saranno cotte, poi spegnete il fuoco e lasciate raffreddare.

Lasciate da parte 4 canocchie intere che serviranno per guarnizione e, sempre seguendo le istruzioni del video in basso, pulitele e  mettete gli scarti nella padella col sugo di cottura.

Accendete il fuoco e aggiungete i pomodori  e fate cuocere per 15 minuti circa a fuoco basso, mescolando di tanto in tanto; poi spegnete e lasciate intiepidire.

Nel frattempo mettete su l’acqua per la pasta.

Strizzate con le mani le carcasse, le chele e le teste delle canocchie, in modo da recuperare tutta la polpa rimasta attaccata e il sughetto e eliminate gli scarti, facendo attenzione che non ne restino tracce nel sugo.

Un minuto prima che la pasta sia cotta, incorporate al sugo le canocchie fatte a pezzi, fate scaldare e, una volta che avrete spento il fuoco, aggiungete il rimanente trito di prezzemolo che avete tenuto da parte.

Mettete la pasta cotta al dente  nella padella col condimento, mescolate delicatamente affinché il tutto si amalgami bene, impiattate , aggiungete nei singoli piatti le cicale tenute per guarnizione e…gli spaghetti con le canocchie sono pronti per essere serviti e gustati. 🙂

Credit photo intestazione: Fugzu for Flickr.com

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

4 commenti su “Spaghetti con le cicale di mare alla procidana

  1. Un bellissimo piatto di spaghetti, complimenti!!!
    Anche noi prepariamo spesso la pasta con il sugo di cicale di mare: è uno dei piatti preferiti dai miei bambini 🙂
    Ciao, a presto …..

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro