Sogliole al vino bianco e aneto

Ricetta tedesca, con modifiche all'italiana, per preparare le sogliole con un'originale e gustosa salsa all'aneto e al vino bianco.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Ho mangiato in casa di amici a Berlino un piatto delizioso: i filetti di sogliola con una particolare salsa a base di vino bianco e di aneto.

In Germania si usa spesso abbinare il pesce alla Dill Sauce, e a giusta ragione, ma la salsa in cui erano ” immersi” i filetti di sogliola non era il classico condimento a base di aneto, ma si trattava di una via di mezzo tra un intingolo italiano e uno tedesco.

A me la sogliola col vino bianco e aneto è piaciuta moltissimo e mi sono fatta dare la ricetta.

Ho provato a realizzarla alcune volte: mi è riuscita bene ed ho anche abbinato al pesce i piselli al vapore e i Rösti per farne un gustoso e sostanzioso piatto unico.

Ingredienti per 6 persone:

12 filetti di sogliola;
1/2 litro di vino bianco secco di buona qualità;
200 grammi di panna fresca da cucina;
50 grammi di burro;
2 scalogni;
1-2 cucchiai di aneto ( secondo il proprio gusto );
farina, sale e pepe q.b.

Volendo, si può aggiungere agli ingredienti un cucchiaio di salsa concentrata di pomodoro da aggiungere al fondo di cottura per dare una colorazione lievemente rosata all’intingolo.

Gli scalogni possono essere sostituiti con la parte bianca di un porro.

Preparazione delle sogliole al vino bianco e aneto

Lavate i filetti di sogliola sotto l’acqua fredda, asciugateli e batteteli leggermente per impedire che si arrotolino durante la cottura.

Fate scaldare un cucchiaio di burro in un tegame di terracotta capiente e fatevi appassire gli scalogni tritati, mescolando a fiamma moderata e facendo in modo che non prendano colore.

Alla fine bagnate il trito col vino bianco e condite con un pizzico di sale e uno di pepe.

Aggiungete alla casseruola pochi filetti di sogliola per volta, facendoli cuocere 2 o 3 minuti per parte.

Poi levateli e teneteli in caldo.

Fate ridurre il fondo di cottura della metà a fiamma viva, aggiungete l’aneto e poi passatelo.

Scaldate il burro rimanente in un tegamino fino a quando inizierà a spumeggiare e poi aggiungete un cucchiaio di farina e mescolate con cura.

Quando il miscuglio sarà liscio e completamente privo di grumi, aggiungete la panna e fate bollire per 2 minuti, mescolando col cucchiaio di legno.

Aggiungete poi il fondo di cottura ( e l’ eventuale concentrato di pomodoro ), poco alla volta: la salsa deve risultare cremosa, ma non densa.

Assaggiatela e, se è il caso, regolatela di sale.

Disponete i filetti di sogliola, piegati in due, sul piatto di servizio scaldato ed irrorateli con abbondanti cucchiaiate di salsa al vino bianco e aneto.

credit photo: Ward van Wanrooij for Flickr.com

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Un pensiero su “Sogliole al vino bianco e aneto

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro