Home Ricette Antipasti e Stuzzichini Fiori di zucca fritti in tempura senza uova croccanti e asciutti

Fiori di zucca fritti in tempura senza uova croccanti e asciutti

Croccanti ma non unti, i fiori di zucca in tempura fatti con pastella priva di uova sono l'antipasto o il finger food perfetto per coccolare gli ospiti senza spignattare per ore

ariosi e croccanti fiori di zucca fritti in tempura

fiori di zucca fritti in tempura senza uova che ho preparato ieri per cena hanno riscosso un grande successo da parte degli invitati e adesso, prima di scordarmene, voglio proportene la ricetta, perché sono irresistibilmente golosi, più leggeri ed assai meno unti di quelli fatti con la pastella normale, graditi da tutti ed economici.

La preparazione del piatto, adatto anche chi non consuma qualsiasi derivato animale al pari delle altrettanto buone pettole fritte e, se si usa solo farina di riso (raddoppiandone la dose) pure agli intolleranti al glutine, è facile e veloce, ma bisogna avere due accorgimenti se si vole che riesca alla perfezione.

Il primo consiste nell’impiegare fiori di zucca freschi, non macchiati o troppo chiusi e dal colore brillante.

Il  secondo sta nell’uso di acqua gassata freddissima nel fare la pastella da tempura, che, al pari di quella che si usa nelle frittelle di fiori di acacia, deve avere una consistenza media ed essere né troppo liquida né eccessivamente densa.

Aspetto dei fiori di zucca freschi

SE VUOI RICEVERE GRATUITAMENTE I NUOVI POST IN ANTEPRIMA CLICCA SU

È bene, pertanto, scegliere i fiori adatti al momento dell’acquisto, utilizzarli quanto prima e di mettere l’acqua frizzante nel freezer 30 minuti prima di preparare il piatto.

Sebbene alcuni sostengano che i fiori di zucca fritti in tempura siano buoni anche freddi a temperatura ambiente, ti consiglio di gustarli  caldi al momento e di evitarne la conservazione in frigorifero, perché perderebbero la loro fragranza e diventerebbero mollicci.

Preparazione dei fiori di zucca fritti in tempura

Esecuzione della ricetta: facile

Tempo occorrente: 10 minuti + 2 minuti di cottura

Costo: basso

 

Ingredienti per 4 persone:

20 fiori di zucca freschissimi

100 g di farina bianca

100 g di farina di riso

300 ml di acqua frizzante ghiacciata

olio di semi di arachidi per friggere q.b

sale e pepe q.b

Inizia con il pulire i fiori di zucca uno per uno, eliminando il pistillo al centro della corolla e la maggior parte del gambo (lasciane un po’ per poi  poterli mangiare con le mani) e facendo attenzione a non romperli.

Dopo averli mondati,  lavali sotto il getto di acqua fredda corrente, scolali, sistemali su un canovaccio pulito distanziati tra di loro in modo che circoli l’aria e, nel frattempo che asciugano, prepara la pastella per tempura.

Versa le due farine setacciate un una ciotola, aggiungi un pizzico di sale e una presa di pepe e mescola per fare amalgamare bene gli ingredienti tra di loro.

Pastella per fritti omogenea

Poi unisci l’acqua gasata gelata poca alla volta e continuando a mescolare fino a quando avrai ottenuto una pastella senza grumi, omogenea e piuttosto fluida ma non troppo.

Metti, quindi, la ciotola contenente la pastella “ a bagnomaria ” in un recipiente più grosso con dentro acqua gelata e ghiaccio per evitare che si riscaldi.

Versa abbondante olio di semi di arachidi in una padella capiente e fallo scaldare.

Quando l’olio avrà raggiunto i 175° e sarà ben caldo ma non fumante, passa i fiori ad uno ad uno nella pastella a cui avrai dato una mescolata (fai in in modo che ne siano ricoperti del tutto), scuotili brevemente per fare colar via quella in eccesso e immergiceli dentro pochi alla volta per evitare che la temperatura dell’olio scenda.

Falli friggere per 2-3 minuti complessivi, girandoli quando non appena saranno leggermente dorati su un lato in modo che possano assumere la stessa colorazione anche dall’altro.

Qualora tu abbia fatto la pastella senza uova con la sola farina di riso, tieni conto del fatto che la superficie dei fiori fritti rimarrà più chiara e che ti sarà più difficile capire a occhio se sono diventati croccanti o no.

In tal caso, ti consiglio di prenderli con una pinza da cucina e di metterli in posizione verticale sul fondo della padella per testarne la consistenza: se rimangono dritti vuol dire che sono croccanti al punto giusto, mentre, se si piegano, lasciali friggere ancora un po’.

Una volta pronti, scolali bene con la schiumarola e disponili senza schiacciarli  sulla carta  da cucina per farle assorbire l’unto in eccesso.

Insaporisci, infine, i fiori di zucca fritti in tempura con una leggera spolverata di sale e servili in tavola ben caldi in tutta la loro croccantezza e fragranza.

 

Altre ricette che possono interessarti:

Credito foto intestazione: Edsel Little per Flickr.com

Credito foto fiori di zucca freschi: Pauline Mak per Flickr.com

Credito foto pastella: ben dalton per Flickr.com

Change privacy settings