Bomboniere della Prima Comunione: guida alla scelta

Le bomboniere della Prima Comunione sono un ringraziamento per chi partecipa alla cerimonia e un ricordo della gioiosa giornata: guida per scegliere quelle giuste e risparmiare.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

La scelta delle bomboniere della Prima Comunione, piccoli regali da distribuire a parenti ed amici della famiglia del bambino che la riceve, rientra tra i preparativi del giorno tanto atteso da fare con un certo anticipo assieme a quella del vestito, del menù del pranzo o del rinfresco, della lista degli invitati, etc.

Dato che da qualche giorno assieme a mia sorella ho cominciato a vagliare quelle più adatte per la mia nipotina che prenderà il Sacramento il prossimo maggio, voglio fornirti questa guida pratica per prendere idee, selezionarle e indirizzarti verso quelle più adatte senza spendere un patrimonio se in famiglia hai un bambino in procinto di fare la Prima Comunione.

La Prima Comunione è un evento speciale e di grande importanza nella vita di ogni bambino cattolico e le tradizionali bomboniere che i suoi genitori regalano in tale occasione a parenti ed amici invitati costituiscono un modo per ringraziarli della partecipazione e di rendere loro indimenticabile negli anni il ricordo del festoso giorno.

Anche se i tempi sono cambiati e i cerimoniali  sono al giorno d’oggi molto più semplici rispetto a quelli del passato, quando in Italia la tradizione voleva che le bomboniere destinate alle persone che condividevano i festeggiamenti con la famiglia del bambino fossero importanti e memorabili al pari della speciale giornata, trovo che fare un piccolo cadeau personalizzato agli invitati sia una bella usanza da mantenere, visto che il solo sacchettino di confetti viene solitamente buttato via una volta che è vuoto e non può certo costituire un ricordo da conservare.

Anche una bomboniera low cost o fai da te di grande semplicità, invece, può esserlo ed avere un grande significato affettivo per chi la riceve.

Come scegliere la bomboniera giusta per la Prima Comunione

Per prima cosa stabilisci un budget di spesa e, tenendolo sempre ben presente, fatti un idea del regalino che ti piacerebbe donare a chi condividerà con te e la tua famiglia il gioioso giorno.

Chiedi quali sarebbero le preferenze del bambino-a: tienile in considerazione, dato che la festa è la sua, e coinvolgilo nella ricerca.

Nel caso ritenessi le sue richieste inopportune o assurde (con i piccini capita spesso, lo so) ,non opporre un secco e classico ” Non se ne parla nemmeno“, ma cerca, a poco a poco e con grande pazienza, di fargli piacere e accettare il tipo di bomboniera verso la quale ti stai indirizzando. 😉

Se non hai ancora un’idea ben precisa (cosa comune alla maggioranza dei genitori), cerca di fartene una, consultando vari siti specializzati sul web, nei cui cataloghi online puoi trovare bomboniere per la Prima Comunione di ogni tipo e prezzo.

Moltissime sono le proposte commerciali e gli spunti che puoi trarne nel caso decidessi di realizzarle con le tue mani.

Bomboniere realizzate con la tecnica dell'uncinetto da riempire di confettiInfatti su Internet puoi trovare parecchie idee per fare bomboniere di autoproduzione come deliziosi sacchetti personalizzati nei più diversi materiali, segnaposto originali, scatoline di ogni foggia e decorate in vari modi, candele colorate,  simpatici lavoretti all’uncinetto come quelli della foto accanto, oggettini da creare con il das e altri prodotti appositi e così via.

Insomma, se vuoi realizzare autonomamente i piccoli cadeaux, trova ispirazione in rete e con manualità, buona volontà e gusto potrai fare a mano bomboniere artigianali adatte all’occasione spendendo veramente poco.

Se, invece, preferisci comprarle sul web o presso negozi fisici specializzati, ti sconsiglio di acquistare d’impulso le prime che trovi facciano al caso tuo: armati di pazienza e impiega un po’ di tempo per fare altre ricerche e confrontare i prezzi nel caso che un articolo di tuo interesse sia proposto da rivenditori differenti.

Nel mercato divenuto ormai globale, infatti, capita sovente di trovare lo stesso identico prodotto offerto da diversi e-commerce ( ho potuto appurare di persona che nel caso di oggettini prodotti in serie, come le bomboniere, la cosa succede spessissimo) con differenze di prezzo anche notevoli.

Se decidi di acquistare le bomboniere, ti consiglio di dare un’occhiata al reparto outlet spesso presente sui siti specializzati, dove è possibile trovare articoli scontatissimi e a volte anche a prezzi di fabbrica.

Vale la pena perdere un po’ di tempo se il risparmio che si può ottenere è considerevole.

La gamma dei rivenditori specializzati nel settore è generalmente piuttosto ampia e si possono scegliere bomboniere per la Prima Comunione per tutte le tasche e di ogni tipo, da quelle tradizionali riportanti i simboli sacri della cerimonia a pensierini “fuori tema” insoliti e simpatici da esporre su un mobile di casa o da adoperare quotidianamente, come piccoli soprammobili e manufatti da collezione o portachiavi, ciondoli, portapillole ed altri oggettini di uso comune.

Da qualche anno hanno fatto la loro comparsa anche sul mercato italiano le cosiddette ” bomboniere solidali “,  acquistando le quali si contribuisce alla realizzazione di progetti umanitari a favore dell’infanzia.

5 diverse bambole di pezza solidali dell'UnicefCe ne sono davvero tantissime, dalla bambola di pezza personalizzabile dell’Unicef (si chiama “Pigotta” ed è possibile anche realizzarla fai da te seguendo le istruzioni riportate sul sito omonimo dell’ agenzia dell’ONU) le istruzioni a quelle promosse da Save the Children e dalla nazionale AIRC che devolve i fondi raccolti alla Ricerca sul Cancro.

In alcuni casi le spese sostenute presso tali organizzazioni non profit o altre realtà ONLUS sono fiscalmente detraibili ( puoi informati e approfondire sui loro siti ufficiali).

In molte diocesi italiane ormai la Prima Comunione e la Cresima vengono somministrate insieme a distanza di 24 ore l’una dall’altra ai bambini della quinta elementare (prima i bambini ricevevano il sacramento dell’Eucarestia durante la loro frequentazione della seconda elementare e quello della Cresima quando erano arrivati al secondo anno delle scuole medie), ma questo non avviene in tutte.

Ti chiederai cosa c’entra questo con la scelta delle bomboniere, ma c’entra per il fatto che, se decidi di fare agli invitati dei cadeaux  riportanti simboli sacri e se il tuo bambino riceve solo la Prima Comunione, devi indirizzarti su quelli della stessa, evitando assolutamente i simboli cresimali.

I simboli eucaristici più noti e diffusi sono la spiga, il pane, l’uva, la foglia di vite, il calice, il vino e la calla (il fiore sta a significare candore e purezza), mentre quelli della Cresima sono la mitra vescovile, il cappello e il bastone insieme, il fuoco, l’acqua e la colomba ( simbolo dello Spirito Santo).

Nella tua scelta tieni presente che il colore della Prima Comunione è il bianco accompagnato all’oro e all’argento e che quello della Cresima è il rosso, anche se non è strettamente doveroso attenersi a questi ed è possibile indirizzarti su tinte pastello e delicate.

Confetti classici in contenitore di cristallo con cucchiaio d'argento di servizioI confetti, da sistemare nella bomboniera o in un bel contenitore dal quale gli invitati possano prelevarli direttamente con l’aiuto di un cucchiaio e riempirne la stessa, possono essere quelli classici bianchi o di colore pastello (evita tinte accese e sgargianti che non hanno nulla a che fare con il tipo di cerimonia).

Ormai, sul mercato ci sono confetti dai tanti gusti diversi: il mio consiglio è quello di scegliere quelli classici alle mandorle e al cioccolato e di scartare a priori quelli dai sapori “strani” ( come cocco e frutta) se non li conosci e non sono fatti da produttori eccellenti e famosi nel ramo.

Ultimamente è di moda fare di bonsai e piccole piante delle bomboniere: io, personalmente, non la trovo una buona idea, ma tu potresti pensarla in modo diverso e mi sembra giusto portarti a conoscenza della cosa.

In fatto di bomboniere per la Prima Comunione il Galateo non impone particolari regole, tranne queste 3 fondamentali:

  •  i confetti devono rigorosamente essere in numero dispari;
  • a ogni persona single e famiglia invitati alla cerimonia deve essere consegnata una bomboniera (è bene farla loro recapitare anche se non sono intervenuti, ma hanno mandato un presente)
  • si devono assolutamente evitare oggetti pacchiani e fuori luogo.

Ti consiglio in ogni caso di prestare particolare attenzione ai tempi di consegna e di richiedere possibilmente al venditore una conferma scritta del rispetto dei tali.

Fai anche in modo di disporre di qualche bomboniera in più di riserva per poterla dare a eventuali invitati “dell’ultimo minuto” ai festeggiamenti per la Prima Comunione del tuo bambino, facendo così in modo che nessuno resti senza il ricordo della speciale giornata.

Se vuoi sapere come comprare prodotti online, dai un’occhiata anche a:

Credit photo intestazione: Wikimedia.org

Credit photo Pigotta : Wikipedia.org by Di Dani4P

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Un pensiero su “Bomboniere della Prima Comunione: guida alla scelta

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro