Benefici derivanti dal consumo di verdure lattofermentate

La lattofermentazione è un metodo naturale di conservazione delle verdure: i benefici per la salute che si ottengono inserendo nella dieta ortaggi fermentati.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Cosa è la lattofermentazione e quali benefici per la salute dell’organismo si possono ottenere dal consumo delle verdure sottoposte a questo trattamento?

La lattofermentazione è un antico metodo di conservazione di molti alimenti, fra cui le verdure, ancora molto utilizzato nei Balcani, in tutti i Paesi dell’Est e in Oriente.

Ultimamente c’è stata una “riscoperta” di questa tecnica di conservazione naturale al 100 % che, non solo permette di mantenere più a lungo gli alimenti nei moderni frigoriferi, ma ne preserva e potenzia anche le proprietà nutritive e probiotiche.

Anche se il nome del processo potrebbe trarre in inganno, il latte ( anche se lo yogurt ai fermenti vivi è un prodotto ottenuto con la fermentazione lattica ) non rientra assolutamente tra gli ingredienti che lo innescano: una semplice miscela a base di acqua e sale provoca una fermentazione naturale che è in grado di conservare le verdure per lungo tempo, arricchendole di proprietà benefiche per l’organismo.

Perché mangiare verdure fermentate e vantaggi per l’organismo derivanti dal loro consumo

Gli amidi e gli zuccheri contenuti negli alimenti vengono trasformati attraverso questo tipo di fermentazione in acido lattico in modo naturale dai lattobacilli che si formano durante il processo di conserva.

L’acido lattico è un conservante del tutto naturale che ostacola la formazione di batteri e muffe.

Ma non solo: le verdure trattate in questo, come i diffusissimi crauti in Germania, modo sono maggiormente digeribili, le loro proprietà nutrizionali vengono assimilate meglio dall’organismo e viene potenziato il loro contenuto di vitamine e di altri elementi benefici.

Inoltre, per mezzo della lattofermentazione, si formano nelle conserve di verdura enzimi benefici, particolarmente utili al mantenimento dell’equilibrio della flora intestinale e al conseguente benessere dell’organismo e, durante il processo, si sviluppano anche sostanze naturalmente antibiotiche e anticancerogene.

Mangiare le verdure conservate in questo modo è un vero toccasana per la salute: oltre al miglioramento della loro biodisponibilità e della facilità di assimilazione, si rafforza, al contempo, il sistema immunitario e ci si protegge contro gli agenti patogeni.

I lattobacilli e gli altri batteri ” buoni”, che si formano durante la conservazione naturale, sono importantissimi per il mantenimento della salute e del giusto equilibrio del corpo: la loro mancanza prolungata comporta la comparsa di sintomi come emicrania, allergie, problemi cutanei e digestivi, depressione e ….molti altri “campanelli d’ allarme “.

Non essendo sottoposti al processo di pastorizzazione, i lattofermentati sono alimenti “vivi” a tutti gli effetti, mantenendo in attività gli enzimi benefici contenuti.

Le verdure lattofermentate, infatti, non hanno niente in comune con le conserve commerciali di ortaggi, reperibili abitualmente nei supermercati, sottoposte al processo di pastorizzazione a temperature molto alte e generalmente non fatte nemmeno fermentare, le quali vengono poi immerse in aceti di scarsa qualità e addizionate di sostanze artificiali che rendono le verdure conservate industrialmente povere di elementi nutritivi e poco salutari in genere.

Preparare in casa le verdure lattofermentate è piuttosto semplice, anche se richiede l’impiego di un po’ di tempo, ma ne vale la pena per i benefici che si possono trarre da una loro regolare assunzione.

Quando si comincia ad inserire nella dieta quotidiana alimenti lattofermentati, i vantaggi che ne derivano per la salute non sono certo da poco:

  • le sostanze nutrizionali vengono assorbite in modo ottimale e aumenta l’energia e il benessere in generale;
  • i processi digestivi migliorano notevolmente e richiedono meno tempo;
  • l’ organismo inizia a depurarsi con l’eliminazione di scorie e tossine;
  • il sistema immunitario viene rafforzato e gli ormoni tendono a riequilibrarsi in modo naturale.

Mangiare alimenti salutari è importantissimo: ” il cibo è medicina” e la prevenzione delle malattie è possibile seguendo principalmente una alimentazione equilibrata, in quanto probiotici farmaceutici e integratori possono essere complementari ed utili solo se inseriti in un regime dietetico completo e naturale.

Ho parlato dei benefici derivanti dall’assunzione di verdure sottoposte a questo processo, ma è possibile fare fermentare non solo gli ortaggi crudi, ma anche alcuni frutti, il latte, il pane ( pasta madre) e il tè.

Per ora preparo abitualmente in casa le verdure fermentate, ne ho una discreta esperienza e sto riscontrando i benefici che derivano dal consumare con regolarità questi alimenti probiotici naturali, ma sto facendo altri “esperimenti” a proposito di conserve di verdure e…..presto ve ne parlerò.  🙂

articoli correlati:

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro