Cucinare le uova al tegamino nel modo corretto

Come si preparano le uova al tegamino nel modo corretto: suggerimenti utili per ottenere delle uova al piatto perfettamente riuscite.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Cucinare le uova al tegamino, dette anche uova al piatto, sembra la cosa più semplice del mondo, ma non è così facile  ottenere una perfetta cottura come potrebbe sembrare a prima vista.

Delle uova al tegamino ben fatte, come del resto la frittata, sono la prova dell’effettiva bravura del cuoco.

Infatti il famoso chef francese Fernand Point, era solito mettere alla prova gli aspiranti allievi facendoli preparare le uova al padellino.

Come fare le uova al tegamino alla perfezione

Innanzitutto occorre usare uova freschissime ( di categoria 0 e 1 ) e burro o olio di ottima qualità: non impiegate assolutamente uova col tuorlo non intero e che sono state in frigorifero per lungo tempo.

Al posto del burro si potrebbe anche impiegare l’olio extravergine di oliva, ma tenete comunque presente che la tradizionale ricetta delle “uova alla tegama“, come D’Annunzio chiamava le uova al piatto, prevede solo l’impiego di burro o di strutto fresco.

Io lo strutto lo evito, in quanto è pesante e lo digerisco a fatica, ma….una noce di burro ogni tanto me la concedo molto volentieri. 😉

Usate un padellino in ferro o in ghisa o, comunque dalla superficie interna antiaderente.

Per l’ottimale riuscita della cottura, occorre fare cuocere prima la chiara e poi aggiungere il tuorlo ( secondo alcuni questa è un’ “eresia” di cucina, ma a me le uova al tegamino vendono meglio in questo modo e vi consiglio di provare questo metodo ).

Bisogna, quindi, per prima cosa, separare il rosso dall’albume con l’apposito utensile da cucina, facendo attenzione che il tuorlo rimanga intero.

Mettete una noce di burro nel padellino e fatelo scaldare, facendo però attenzione che  non diventi troppo caldo e aggiungete l’albume prima che inizi a sfrigolare.

Fatelo cuocere a fiamma bassa: se la cottura è lenta, le proteine contenute nell’uovo avranno una struttura molecolare più ordinata e l’albume assumerà maggiore compattezza.

Una volta che  la chiara si sarà rappresa a sufficienza, unite anche il tuorlo intero al centro del bianco.

Coprite col coperchio e fate cuocere, sempre a fiamma bassa per 1 o 2 minuti ( a seconda della consistenza che preferite ottenere ), sorvegliando l’uovo al tegamino e stando attenti che rimanga cremoso al centro e lievemente croccante ai bordi.

Se preferite cuocere le uova al piatto in forno, imburrate l’interno di una piccola pirofila da forno e non riscaldate preventivamente quest’ultimo.

Versate i soli albumi nella pirofila, infornate, azionate il termostato a 200° e fateli cuocere per circa 4  minuti prima di aggiungere il tuorlo e continuare la cottura per 1 altro minuto circa.

Ogni forno è diverso e, se non avete la pratica nel fare l’uovo al padellino nel forno, controllate spesso la cottura e aggiustatene i tempi: dopo 2 o 3 volte otterrete la consistenza e morbidezza per voi ottimale.

Salate e pepate solo all’ultimo, in quanto il sale, se aggiunto prima, potrebbe rallentare la coagulazione della chiara d’uovo.

Le uova al tegamino vanno mangiate appena fatte, ben calde accompagnate dal pane con cui io faccio sempre….l’immancabile “scarpetta” nel piatto. 🙂

Credit photo: Pixabay.com by PublicDomainPictures/17913

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

3 commenti su “Cucinare le uova al tegamino nel modo corretto

  1. Ola un miο collega mi haa inviɑato la url di queѕto blog e sono
    passata a vedere se reaⅼmente merіta. Mi piace molto.
    Aցgiunto tra i preferiti. Splendido sito e
    template eccezionale

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro