Crostini con crema di lenticchie e cotechino

Come realizzare i facili crostini con la purea di lenticchie e il cotechino, golosa preparazione particolarmente adatta al Natale e ai buffet delle Feste.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

A Capodanno, come al solito, ricevo in casa gli amici più cari per un brindisi di auguri.

E….non  può certo mancare il tradizionale cotechino e lenticchie, visto poi che le lenticchie “portano  fortuna”: la loro forma tondeggiante ricorda le monete e sono da sempre simbolo di prosperità.

E, coi tempi che corrono,….ce n’è proprio bisogno. 🙂

Questa volta ho deciso di offrire, tra gli stuzzichini del buffet, i crostini alla crema di lenticchie e cotechino e, visto che buona parte delle mie amicizie è vegetariana e non mangia carne, farò anche i soli crostini di crema di lenticchie.

Preparazione della purea di lenticchie

Ingredienti per la mousse di lenticchie:

  • lenticchie;
  • porro o scalogno;
  • olio extravergine di oliva;
  • rosmarino;
  • pepe nero;
  • sale.

Non fate fare l’ammollo alle lenticchie, ma lavatele semplicemente e scolatele.

Mettetele in una pentola con acqua fredda, portate a bollore e lasciate cuocere per circa 20-25 minuti a fiamma bassa.

Poi scolatele e tenete da parte l’acqua di cottura.

Sbucciate, lavate e fate a rondelle il porro o lo scalogno e fatelo imbiondire in una padella antiaderente con l’ olio extravergine e il rosmarino privato del rametto, girando con un cucchiaio di legno.

Aggiungete un po’ d’acqua di cottura delle lenticchie e continuate la cottura, avendo cura di non fare rosolare.

Lasciate evaporare la maggior parte del liquido, aggiungete le lenticchie lesse ( tenetene, però, da parte qualche cucchiaiata che servirà per guarnire), salate, pepate, mescolate  e lasciate cuocere 2 o 3 minuti a fiamma bassa, girando col cucchiaio di legno.

Poi trasferite il tutto nel mixer e frullate fino ad ottenere un composto omogeneo e morbido ( all’occorrenza, se la mousse di lenticchie risultasse troppo spessa, aggiungete poca acqua di cottura).

Infine, per i semplici crostini d crema di lenticchie, introducete il composto in una tasca da pasticcere col beccuccio dentellato e spremete, formando dei ghirigori sui crostini precedentemente tostati.

Guarnite con qualche ago spezzettato di rosmarino e con le lenticchie intere che avevate messo da parte.

Per i crostini di crema di lenticchie e cotechino, invece, non occorre usare la sacca da pasticcere, ma basta spalmarli abbondantemente con la mousse di legumi e poi aggiungervi sopra una fettina di cotechino.

Il cotechino deve essere servito ben caldo e, quindi, facciamo attenzione ai tempi: consiglio di lasciarlo nell’acqua di cottura e di tagliarlo all’ultimo momento.

Io, questa volta per mancanza di tempo, userò il cotechino precotto in busta e seguirò le istruzioni riportate sulla confezione, ma sarebbe meglio adoperare quello crudo.

Come cuocere il cotechino:

  • bucherelliamo il cotechino con una forchetta, in modo che il grasso fuoriesca durante la cottura;
  • avvolgiamolo in un pezzo di stoffa bianca e sottile ( io, solitamente, uso un brandello di un vecchio lenzuolo di cotone) e chiudiamo bene le estremità del telo con lo spago da cucina, in modo che non si scomponga;
  • mettiamo il cotechino così fasciato in una pentola capiente e poi aggiungiamo acqua fredda fino a ricoprirlo del tutto;
  • portiamo a bollore, abbassiamo il fuoco a medio-basso e lasciamo cuocere per circa 3 ore ( il tempo dipende dal peso del cotechino: uno piccolo, di 500 grammi, cuoce in 2 ore);
  • cambiamo l’acqua a metà cottura, sostituendola con altra acqua bollente;
  • una volta che il nostro cotechino è completamente cotto, spegniamo il fuoco e lasciamolo qualche minuto immerso nell’acqua di cottura;
  • estraiamolo, leviamo il telo e tagliamolo a fettine spesse circa 1 centimetro e mezzo.

Dato che mi piace tantissimo il cotechino col purè, in un primo tempo avevo pensato di fare i crostini anche in questo modo, aggiungendo anche un po’ di salsa Pearà come fanno a Vicenza, ma poi ho abbandonato l’idea, in quanto il purè di patate non si sposa bene col pane e poi andrebbe servito caldo.

Altra preparazione che mi ha tentato non poco sono i panzerotti al cotechino e lenticchie di Edwige di Memento Solonico, ma ho desistito, in quanto non si adatta a un buffet di stuzzichini, ma….mi sa che li faccio a San Silvestro. 😉

E allora…crostini alla crema di lenticchie e cotechino o…solo crostini alla crema di lenticchie per vegani e vegetariani. 🙂

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

13 commenti su “Crostini con crema di lenticchie e cotechino

  1. oooo! Finalmente riesco a leggere ^_^ !
    Allora finalmente ti faccio gli auguri per queste feste, carissima Franci!!
    Questi crostini mi piacciono molto, mi sa che li proporrò prossimamente!
    Io il cotechino lo faccio bollire per due ore, cambiando l’acqua a metà cottura…con l’attenzione di utilizzarla sempre bollente!
    A presto!!

  2. Grazie Carla. Effettivamente anche io cambiavo l’acqua, ma mi ero dimenticata di scriverlo.Ora lo aggiungo e….tanti cari auguri di Buon Anno!

  3. Non sapevo che si dovesse legare il cotechino in un panno per non farlo scomporre, infatti mi è accaduto l’altro anno che letteralmente si sfaldasse! Buono a sapersi!!
    Buona Fine e Buon Principio d’Anno!!! Ciao alla prossima

  4. Neanche io lo sapevo, Renata, prima di fare pure io il disastro :-)))
    Buon Anno a te!

  5. Le lenticchie le adoro comunque siano preparate e preferisco quelle grandi a quelle più famoste di Casteluccio. Non mi piace il cotechino per niente e nemmeno lo zampone il cui impasto è quasi lo stesso ma maritozzo piace quindi prendo la busta con un cotechino precotto piccolo solo per lui.
    Io mangio le lenti solo….
    Buon Anno a te e Famiglia.

  6. Ottimi consigli, cotechino e lenticchie non possono mancare, ma mi sono segnata la dieta disintossicante per il dopo Feste!!!
    Tantissimi auguri di Buone Feste e di un meraviglioso 2014!!!
    Baci

  7. Ciao grazie per la visita che ricambio con piacere.
    Moto carina e originale l’idea di servire le lenticchie in forma di crema, brava
    Ciao

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro