Bucatini ai gamberi e pecorino

Come preparare i bucatini ai gamberi e pecorino: la ricetta per fare una pastasciutta insolita e saporitissima.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

I bucatini ai gamberi e pecorino è un primo piatto che mi sono  inventata con “quello che avevo” e……il risultato è stato molto, ma molto migliore di quello che mi aspettassi. 🙂

Ieri, vista la meravigliosa giornata ancora estiva, avevo deciso di rimanere in spiaggia fino a sera e, dato che ero sola, avevo pensato di non cucinare una volta tanto, preparandomi per cena una veloce insalata mista con gamberi da gustarmi….davanti al televisore.

Stavo già lessando i gamberoni, quando una mia amica ha telefonato, chiedendomi se poteva venire a cena.

“Certamente, ma….non ho fatto la spesa e in casa ho pochissimo, dai…vieni lo stesso che ci arrangiamo!”

Il frigo era semivuoto e già pensavo di cucinare bucatini cacio e pepe o pasta al sugo di pomodoro fresco o i soliti spaghetti aglio-olio-peperoncino, visto che i gamberi, ormai quasi cotti, erano solo 5 e insufficienti per prepararli in insalata per due persone.

Ma, mentre stavo per scolarli, mi è venuta l’idea di utilizzarli lo stesso, benché già bolliti, per fare ugualmente un sugo e…..ne è venuto fuori un condimento per linguine niente male.

Eccovi la ricetta…improvvisata! 🙂

Preparazione dei bucatini ai gamberi e pecorino

Per prima cosa ho tenuto da parte l‘acqua di cottura con il sedano, la carota e la cipolla che vi avevo messo per insaporire i crostacei.

Poi ho pulito i gamberi, conservando gusci, teste e code.

In una padella capiente ho messo 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva, 2 spicchi d’aglio mondati e tagliati in 4 pezzi, 1 peperoncino senza i semi, 1 foglia d’alloro e, mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno, ho portato a doratura l’aglio.

A questo punto ho aggiunto gli scarti dei gamberi con un po’ della loro acqua di cottura ancora calda, ho aggiunto 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro e coperto con un coperchio, avendo però cura di mescolare di tanto in tanto.

Nel frattempo ho lavato e tritato una manciata di prezzemolo, sciacquato 2 cucchiaini di capperi sotto sale e tagliato a pezzetti 5 pomodorini tondi.

Dopo 5 minuti ho spento il fuoco sotto la padella e levato il coperchio, aspettando poi che il tutto si raffreddasse un po’; poi ho strizzato con le mani gusci, teste e code in modo che ne uscisse tutto il succoso contenuto.

Eliminate le carcasse, ho mescolato ancora, riacceso il fuoco sotto la padella al minimo ed aggiunto i capperi ed i pomodorini.

Trascorsi circa 4 minuti, ho aggiunto il prezzemolo tritato e i gamberi fatti a pezzi, mischiato ancora e spento il fuoco, coprendo con il coperchio; poi ho tolto l’aglio, l’alloro e il peperoncino.

Come fare saltare in padella i bucatini ai gamberi

Una volta cotta “al dente” la pasta nell’acqua di bollitura dei gamberi, l’ ho scolata e fatta saltare brevemente nella padella, mescolando in modo di farla amalgamare bene al condimento.

Ho fatto le porzioni e portato i bucatini a tavola in ciotole dal bordo alto, dopo averle spolverate con una manciata di pecorino romano grattugiato.

Anche se solitamente non amo per niente l’accostamento di pesce e formaggio, devo dire che in questo caso non è male e …..la mia amica ha fatto il bis, tanto le sono piaciuti i miei bucatini ai gamberi e  pecorino! 🙂

Credit photo: Luca Nebuloni for Flickr.com

 

 

 

 

 

 

 

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

5 commenti su “Bucatini ai gamberi e pecorino

  1. il pecorino romano è una vera delizia e su questo piatto ci cade a pennello

  2. L’arte di inventarsi una ricettina sfiziosa con ciò che si ha a disposizione in frigo, anche se poca roba, è un’arte preziosa 🙂
    Brava Franci!!

    PS: e ti dirò che amo i gamberoni!

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro