Mondeghili: ricetta veloce per rendere light le polpette milanesi

I mondeghili meneghini sono polpette golose e fritte di carne e salumi, ma ci vuole tempo a farli e sono piuttosto pesanti da digerire: la mia ricetta veloce a farsi per rendere la pietanza più leggera.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Oggi voglio proporti la mia versione rapida e light dei mondeghili milanesi, preparati con carne tritata cruda e fritti in olio di semi di girasole.

I classici mondeghili, o mondeghini, rinomata specialità della cucina milanese, sono delle ricche e golose polpette fatte con salumi e carne bovina già cotta e fatte friggere rigorosamente nel burro.

Infatti la tradizione gastonomica meneghina vuole che tali polpette ( anche se a Milano ” i mondeghili sono i mondeghili ” e guai a chiamarli polpette) siano preparate con la carne avanzata di bolliti e arrosti, ma, se non la si ha a disposizione, trovo che per lessare un pezzo di carne bovina e farlo raffreddare prima di tritarlo e impiegarlo nella preparazione ci voglia molto tempo.

Allora, in mancanza di avanzi da riciclare, ho provato varie volte a preparare i mondeghili con carne cruda di manzo tritata per fare prima e ho sostituito il burro con olio di semi di girasole per rendere più digeribile il piatto, già molto ricco e condito.

I risultati sono stati più che soddisfacenti e…..eccoti la mia ricetta speed e light dei mondeghili della nonna.

Ingredienti per 4 persone:

80 grammi di mortadella di fegato cotta (o Mortadella Bologna)

400 grammi di carne di manzo tritata

140 grammi di salsiccia fresca

la mollica di 1 panino grosso o di 2 piccoli

2 cucchiai di latte

2 uova

8 cucchiai di pane grattugiato

2 cucchiai di parmigiano grattugiato

2 spicchi di aglio

2 cucchiai di prezzemolo tritato

noce moscata q.b

olio di semi di girasole per friggere q.b

sale e pepe q.b

Preparazione dei mondeghili milanesi light

Metti a bagno nel latte la mollica del panino e, quando si sarà ben ammorbidita, strizzala e trasferiscila in una ciotola capiente.

Monda il prezzemolo, lavalo, asciugalo e tritalo assieme agli spicchi di aglio privati della buccia.

Togli la pelle alla salsiccia, trita anch’essa assieme alla mortadella privata del budello e unisci entrambi i salumi alla ciotola assieme alle uova sgusciate al parmigiano grattugiato e al trito di aglio e prezzemolo.

Insaporisci con il sale e il pepe e una grattata di noce moscata e lavora bene il composto con l’aiuto delle mani per fare bene amalgamare tutti i componenti tra di loro.

Poi ricava dall’impasto ottenuto delle polpette (puoi dare loro una forma ovale o rotonda a tuo piacimento), passale nel pangrattato senza lasciare parti scoperte e disponile in piano su un canovaccio pulito.

Versa abbondante olio in una grossa padella antiaderente (quella di ferro sarebbe l’ideale per friggere le polpette) e, quando questo sarà caldissimo ma non fumante, aggiungi le polpette e falle cuocere, girandole ogni tanto, fino a quando si sarà formata una bella crosticina dorata su tutta la loro superficie.

Poi scola i mondeghili, disponili per un minuto sulla carta assorbente da cucina in modo che perdano l’unto in eccesso e, infine, servili in tavola ben caldi con un vino rosso e maturo, tipo il Barbera dell’ Oltrepò Pavese.

Se ti piacciono le polpette e vuoi cucinarle in altri modi, dai un’occhiata anche a:

  • Soutzoukakia Smyrneika: come prepararle in umido seguendo la ricetta originale greca
  • Polpette di carne avicola alla Kiev: la ricetta per ottenere un piatto “da leccarsi i baffi”
  • Come recuperare le melanzane avanzate la ricetta

Credit photo: Luca Nebuloni for Flickr.com

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro