Crema catalana con rosmarino

Come fare il dolce a cucchiaio più famoso di Spagna, la crema catalana, con l'aggiunta del rosmarino per aromatizzarla.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

La crema catalana è un tipico dolce spagnolo che deve le sue origini alla regione della Catalogna, da cui poi si è diffusa in tutto il mondo.

La leggenda popolare narra che il vescovo della zona andò a visitare un convento di suore e queste prepararono per lui un dolce a cucchiaio, ma, poiché risultava troppo liquido, aggiunsero dello zucchero caramellato caldo.

Il vescovo lo assaggiò, esclamando ” Crema! “, che in catalano significa anche “brucia“.

Questo delizioso dolce assomiglia molto alla crème brûlée francese, ma, mentre quest’ultima si cuoce a bagnomaria, la cottura della crema catalana avviene sul fuoco.

La preparazione non è difficile, ma occorre avere a disposizione una fiammella a gas per formare la tipica crosticina in superficie.

In alternativa è possibile infornare la crema per pochi istanti sotto il grill del forno, ma il risultato, pur essendo soddisfacente, non è lo stesso di quello che si ottiene con l’uso della fiammella. 🙂

Non buttate via i bianchi d’uovo inutilizzati, perché li si possono recuperare.

Questa è la ricetta della crema alla catalana con l’aggiunta di rosmarino.

Ingredienti per 4 persone:

500 grammi di latte;
4 tuorli di uova freschissime;
100 grammi di zucchero semolato;
20 grammi di amido di mais;
1 rametto lungo di rosmarino fresco;
scorza di limone non trattato q.b;
zucchero di canna q.b.

Preparazione della crema catalana con l’aggiunta del rosmarino

Mettete a scaldare in un pentolino dai bordi alti il latte, il rosmarino e una scorzetta di limone non trattato.

Appena il tutto giunge a bollore, spegnete la fiamma, lasciate riposare per 10 minuti e poi filtrate.

Mescolate i tuorli con l’ amido e lo zucchero semolato, stemperate bene con il latte e, sempre mescolando, fate cuocere sulla fiamma fino a quando la crema non avrà raggiunto 82° di temperatura ( se non avete il termometro da cucina a disposizione, fate cuocere finché la crema comincia a velare il cucchiaio di legno: è importantissimo non smettere mai di mescolare durante la cottura.

Versate poi la crema catalana in 4 cocotte e lasciatela raffreddare.

Poi cospargete  le superfici con abbondate zucchero di canna e fate formare il caramello (circa 1 minuto) con la fiammella a gas o infornando sotto il grill per alcuni istanti.

Servite subito in tavola la crema catalana, possibilmente con un vino passito agli aromi di frutta. 🙂

Credit photo: Alpha for Flickr.com

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

13 commenti su “Crema catalana con rosmarino

  1. La presenza del rosmarino la ignoravo, in ogni caso è uno dei miei dolci preferiti. Mi ci sfonderei… come per il tiramisù 🙂

    Moz-

    1. Infatti nella crema alla catalana classica non c’è il rosmarino, ma è un’aggiunta che ci sta bene.Un abbraccio, caro Moz!

    1. Ciao Elisa.Secondo me il rosmarino nella crema catalana…ci azzecca proprio 🙂

  2. La conosco e mi piace tantissimo solo che lo zucchero caramellato lo devo lasciare a parte salve un ucchiaino….con il rosmarino no, infatti non mi piace il castagnaccio originale classico proprio per via dell’olio e del rosmarino. Nei sughi si o negli arrosti sublime.
    Buona fine settimana.

    1. Ciao Edvige.So che devi evitare lo zucchero caramellato per salute, ma anche senza…..la catalana è sempre buonissima, secondo me 🙂

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro