Come scegliere un ristorante: 15 suggerimenti

Come scegliere un ristorante dove non si è mai stati: 15 utili consigli per effettuare la scelta giusta ed evitare di rimanere delusi.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Mangiare al ristorante fa parte ormai del vivere moderno: si pranza e cena fuori per lavoro, per necessità, per staccare, per festeggiare, in occasione di incontri romantici o conviviali in compagnia degli amici, anche se, purtroppo, pranzare fuori di sovente non è più un’abitudine degli italiani a causa della crisi economica.

Scegliere in modo attento il ristorante giusto al prezzo giusto è importante, specie in questi tempi, visto che la contrazione dei consumi ha costretto la maggior parte delle persone a rivedere le proprie abitudini e a dare un taglio drastico alla voce ” pranzi fuori ” nel bilancio familiare.

Se, quindi, non si vuole rinunciare del tutto e ci si concede lo sfizio di mangiare fuori ogni tanto, è bene selezionare il ristorante in base alle sue caratteristiche e al budget che si ha a disposizione.

La scelta del ristorante dipende da molteplici fattori e dalle varie necessità.

A volte si va a mangiare fuori in occasioni speciali e ricorrenze e si desidera optare per locali particolari e rinomati; più spesso capita di trovarsi a dover “mettere qualcosa sotto i denti” quando si è fuori casa ed anche in questo frangente, è sempre meglio effettuare una selezione.

Come scegliere un ristorante che non si conosce?

La cosa non è poi così semplice e a tutti è capitato più volte di sbagliare la scelta del ristorante e un locale inadeguato ( per il livello del cibo, per il servizio non all’altezza o per l’aspetto e l’atmosfera del luogo ) e non corrispondente alle nostre aspettative ci lascia sempre un senso di frustrazione e di delusione.

Beh, certo che nella vita ci sono guai ben peggiori e che sbagliare ristorante non è certo un grosso dramma, ma è comunque preferibile cercare di evitare un ” locale no a priori e risparmiarsi la ben poco piacevole esperienza. 😉

Se si presta attenzione e si seguono alcuni accorgimenti al momento della scelta , potremo evitare di ritrovarci  nel ristorante sbagliato…..almeno la maggior parte delle volte che decidiamo di andare a mangiare fuori. 🙂

Ecco 15 consigli utili per valutare un ristorante sconosciuto senza dovervi poi pentire della vostra scelta:

1) se ne avete la possibilità e il tempo a disposizione, cercate d’individuare il locale che fa al caso vostro in anticipo: la fretta è sempre cattiva consigliera, anche quando si tratta di scegliere un ristorante.

 2) Le guide gastronomiche, come le famosissima Michelin e il Gambero Rosso sono molto utili a questo scopo: consultatele e guardate il punteggio dei locali ( molte guide non recensiscono solo ristoranti di alto livello, ma segnalano anche quelli che si distinguono per particolari aspetti e rapporto di qualità-prezzo.

3) Internet offre un grosso aiuto quando non si sa dove andare a   mangiare: digitate il nome dell’esercizio, visitate accuratamente il suo sito, visionate il menù e i relativi prezzi, guardate le fotografie del luogo e degli ambienti.

4) La fama e la notorietà, raggiunte da molti locali in anni e anni di esercizio, sono generalmente dei validi biglietti da visita: se avete ospiti con cui volete fare bella figura e non rischiare, indirizzatevi verso ristoranti rinomati e provvisti di “buona nomea”, invece di voler sperimentare locali nuovi e poco conosciuti.

5) Anche le recensioni, facilmente reperibili interrogando i motori di ricerca come Google, sono piuttosto utili, tenendo però sempre presente che possono essere spesso “pilotate” e  non vanno prese come oro colato e che occorre farsi un’idea personale: anche se sinceri, i pareri e i gusti sono comunque soggettivi e che ciò che riscuote un giudizio positivo da alcune persone potrebbe non andare bene nel caso vostro.

6) Date maggior peso alle segnalazioni e ai giudizi di esperti in materia piuttosto che ai pareri di sconosciuti.
Sentite, se è possibile, il consiglio di amici e conoscenti che sono stati nel locale o, in mancanza, informatevi presso passanti ed esercizi commerciali che sono in prossimità dello stesso.

7) Cercate di riservare il tavolo sempre prima, anche presso gli esercizi che non richiedono espressamente questa pratica, per evitare ritardi, code e il rischio di essere mandati via per mancanza di posti.

Per le mie prenotazioni uso Quandoo, un sito specializzato in materia che, secondo il mio parere, è molto valido per avere informazioni e riservare il tavolo in moltissimi ristoranti suddivisi per località: ogni esercizio è descritto accuratamente con le relative fotografie, giorni ed orari di apertura e caratteristiche, ubicazione, presenza o meno di parcheggio, menù tipo ( parecchi ristoranti mostrano i prezzi dei piatti di esempio e le offerte speciali) e altro ancora.

La prenotazione si fa in pochissimi minuti e c’è anche la possibilità di aderire gratuitamente al vantaggioso Programma Fedeltà: al momento dell’iscrizione si riceve un Bonus e ad ogni prenotazione effettuata attraverso il sito vengono accreditati punti scambiabili con un voucher da spendere nei ristoranti presenti.

 8)  Se siete in viaggio e non conoscete i luoghi, ma volete mangiare qualcosa di  meglio del solito panino o del cibo del self- service ( caro e generalmente poco buono ), guardate i posteggi di ristoranti e trattorie lungo la vostra strada: se vedete camion e parecchie macchine ferme è indizio di buona cucina, in quanto chi viaggia per lavoro e conosce la zona sa dove è meglio mangiare.

9) La presenza di un certo numero di avventori è quasi sempre indice di fidelizzazione e di presenza di clientela abituale ed è bene tenerne conto: se i clienti scarseggiano…..chiedetevi il perché.

10) La pulizia è fondamentale in un ristorante: scegliete possibilmente locali con la cucina in vista e, se per caso notate che l’igiene scarseggia, andatevene prima di sedervi al tavolo.

11) Inutile dire che il rapporto qualità-prezzo lo potrete valutare solo dopo aver consumato un pasto, ma, per mia esperienza, posso dire che i locali che praticano prezzi stracciati (specie a mezzogiorno) sono, molto spesso, da guardare con sospetto: un pranzo costituito da primo, secondo, acqua, vino e caffè a 10 euro è ben raro che sia stato cucinato con ingredienti di buona qualità.

12) Il personale di servizio deve essere professionale e cortese ed anche i tempi di attesa dovrebbero essere ragionevoli; al momento della prenotazione dite che avete fretta e informatevi su questi ultimi e, se l’interlocutore non è  perfettamente gentile, rifletteteci sopra: se chi vi risponde al telefono non è cortese, con tutta probabilità non lo saranno neppure i camerieri.

13) I ristoranti che “emananopuzza di fritto sono da scartare: vestiti e capelli vi ringrazieranno.

14) Un locale di alto livello deve avere una carta dei vini all’altezza: chiedete informazioni in proposito se voi e i vostri commensali non siete astemi. 🙂

Ed ora il quindicesimo e ultimo suggerimento un po’ particolare e insolito: “sbirciate” nei piatti degli avventori.

So bene che guardare nel piatto di chi sta mangiando non è certo una cosa molto educata, ma è molto utile, specie nelle trattorie e nei locali di cucina casalinga.

Bisogna farlo senza farsi notare, dando una fuggevole occhiata con disinvoltura mentre si va alla toilette o si fa finta di cercare una persona tra i tavoli e, se il cibo che avete visto non vi convince, non sedetevi e accingetevi a scegliere un ristorante differente. 😉

Tenete, comunque, sempre conto della stagionalità  e verificate che il ristorante abbia la giusta climatizzazione interna: scartate i locali al chiuso provvisti solo di un piccolo condizionatore in estate ( ma anche quelli in cui  l’aria condizionata “va a manetta” ) e quelli in cui d’inverno viene la voglia di tenere il cappotto addosso.

Scegliete ristoranti i cui proprietari si preoccupano del benessere dei loro clienti e desiderano farli sentire a proprio agio in tutti i sensi.

Credit photo : PxHere

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

11 commenti su “Come scegliere un ristorante: 15 suggerimenti

  1. Delle guide non mi sono quasi mai fidata so come vengono compilate specialmente le utlimi edizioni. Utile si internet però bisogna guardare anche le recensione e valutare…. personalmente passo una sera davanti il locale, guardo come si presenta con i clienti magari entro con la scusa di cercare un amico….molto importante è la lista del menù in rapporto al numero di clienti se sono troppo lunghe e pochi avventori….
    inoltre vado molto a naso non ho quasi mai sbagliato.Il prezzo naturalmente è il più importante come anche la locazione. Consigli molto validi i tuoi però dico a mio parere e con giusta causa per lavoro…non sempre dove sono molti avventori lungo la strada e camion si mangia bene alla grande ora è solo questione di prezzo.Una volta era così….Però dico e ripeto consigli molto utili ma, non fidarsi troppo delle recensioni libristiche. Buona domenica mia cara.

    1. Ciao Edvige e buona domenica.Effettivamente con la crisi attuale non sempre la presenza di molti avventori è indice di qualità, ma è dovuta a prezzi bassi.Preferisco comunque che ci siano parecchi clienti….almeno il cibo è fresco 🙂

  2. Cara Annalisa direi che hai dato degli ottimi consigli, ne farò sicuramente tesoro, grazie ^_^

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro