Mantenere il cervello giovane: 14 modi

14 modi per mantenere giovane il cervello e prevenire l'invecchiamento e le malattie degenerative: stili di vita, alimentazione, esami clinici ed esercizi utili

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Mantenere il cervello giovane a lungo e rallentarne l’invecchiamento è possibile, ma bisogna osservare abitudini di vita salutari, stimolarlo con esercizi come lettura, scrittura, pratiche artistiche, hobby e altri interessi, fare attività fisica, non privarlo delle necessarie ore di sonno, nutrirlo con cibi che aiutano il cervello e seguire le regole di una sana alimentazione.

Il cervello, che pesa solo un chilo e mezzo ed è quanto di più complesso e perfetto che esiste nell’universo, è un muscolo che, se tenuto in esercizio, può rimanere in forma molto a lungo, prevenendo le malattie degenerative e diminuendo di molto la possibilità d’ insorgenza di ictus, tumori, depressione, autismo e demenza.

Contrariamente a quanto si riteneva fino a pochissimo tempo fa, gli scienziati dell’ Università dell’ Illinois hanno da poco scoperto che le cellule della nostra ” materia grigia ” continuano a riprodursi anche dopo il periodo della giovinezza, ma che solo l’attività fisica, uno stile di vita adeguato e le stimolazioni intellettuali e sociali sono in grado di potenziare il cervello e la sua ” plasticità neuronale”, rallentandone, in questo modo, l’invecchiamento.

Un costante allenamento permette al cervello di essere attivo e in forma il più a lungo possibile.

14 consigli ed esercizi utili a mantenere il cervello in forma

1) Il cervello è attivo anche quando dormiamo, anche se in maniera rallentata, ma costanti ore di sonno inadeguate possono rallentare la facoltà di apprendimento e danneggiare la memoria.

Gli studiosi dell’ Università di Oxford hanno scoperto che a una certa ora scatta nel cervello un vero e proprio “interruttore” genetico che ci indica che è il momento di dormire: chi non rispetta le classiche 7-8 ore di sonno è sottoposto ad aumento dello stress e al rischio di cadere in depressione.

2) Eliminare le sigarette e  ridurre al minimo alcol e bevande eccitanti: seguire una dieta sana, ricca di frutta e verdura cruda, legumi, cereali e di  grassi omega 3 ( contenuti, principalmente, nel pesce azzurro e nei semi oleosi come il sesamo ) giova ai neuroni, mentre patatine, dolci e junk food non sono….cibo per la mente. 😉

3) Va bene assumere vitamine e integratori come gli estratti di radici e liane che di questi tempi vanno per la maggiore per aiutare le funzioni cerebrali, ma non bisogna prenderli a casaccio: lo sapevate che se si usa il ginseng non è bene assumere contemporaneamente il guaranà?

Chiedete sempre consiglio al personale dei negozi specializzati in integratori alimentari e, se non siete convinti, chiamate i numeri verdi delle case produttrici, o, in mancanza, cercate i recapiti telefonici delle singole aziende a questo link e chiedete tutte le informazioni e spiegazioni possibili prima di effettuare l’acquisto.

4) No alla sedentarietà nel modo più assoluto: l’attività fisica aiuta ad ossigenare il cervello e aumenta i livelli di Bdnf, proteina che favorisce la formazione dei nuovi neuroni e li rende attivi.

Lo sport e una moderata, ma costante attività fisica tutelano dall’insorgenza di malattie degenerative, specie durante la mezza età: non occorre fare sforzi eccessivi e non bisogna assolutamente superare i propri limiti, quando una camminata di mezz’ora al giorno, andare in bicicletta e salire le scale a piedi ed esercizi simili sono sufficienti a mantenere in buona salute fisico e mente.

5) Allenare la mente con parole crociate, cruciverba, quiz, giochi di carte, lettura, visione di film ed altro serve a potenziare la capacità di connessione e la memoria.

6) Sottoporsi ad una esposizione attiva e continua agli odori, allenando, in questo modo l’ olfatto: i neuroni olfattivi nell’uomo sono limitati e si riducono drasticamente col passare degli anni, ma bisogna esercitare la parte olfattiva del cervello, che è una delle più antiche, esponendosi ai profumi e agli aromi che più ci piacciono e cucinando le nostre ricette preferite e sperimentandone di nuove.

7) Leggere quotidiani, tenersi aggiornati costantemente sulle novità e sulle nuove evoluzioni negli ambiti che più aggradano: questa è vera e propria ginnastica per il cervello e serve per mantenere la capacità cognitiva in attività.

8) No alla routine: fare tragitti ogni volta differenti per raggiungere un luogo, andare al cinema, vedere spettacoli teatrali, compiere i lavori giornalieri in modo diverso e con un nuovo spirito aiuta a tenere viva la curiosità e a vedere la vita in modo positivo.

9) Ascoltare musica, avere hobby, praticare qualche forma di arte anche in modo dilettante, stare a contatto della natura e viverla il più possibile: tutto questo costituisce un esercizio per il cervello ed è molto utile per aumentare la gioia di vivere e combattere l’ apatia.

10) Socializzare, confrontarsi col prossimo, fare cose che piacciono insieme ad altre persone e volontariato è di fondamentale importanza per mantenersi integrati e per tenere il cervello attivo e vigile.

11) Imparare ogni giorno qualcosa di nuovo, come vocaboli e regole di una lingua straniera in forma ludica e divertente aiuta a sviluppare la memoria e a tenere attiva la capacità di apprendimento.

12) Yoga, Pilates, meditazione, preghiera, concentrazione e contemplazione giovano alla spiritualità e al fisico, ma è stato anche dimostrato scientificamente che queste pratiche producono un mutamento sostanziale positivo nell’ippocampo.

13) La corretta respirazione è importante per ossigenare a dovere e mantenere il cervello giovane ed efficiente.

14) Misurare regolarmente la pressione arteriosa per prevenire l’ ictus  e fare, appena sarà disponibile, il test per l’ Alzheimer, attualmente in fase finale di sperimentazione a Brescia.

Il test consiste in una Pet sofisticata che usa traccianti per l’ amiloide, la sostanza tossica che, accumulandosi nel cervello, causa la malattia: questo esame clinico permette di diagnosticare l’ Alzheimer all’ inizio della sua comparsa e d’intraprendere tempestivamente le cure apposite.

Preoccupazioni, ansia e stress danneggiano i neuroni: cerchiamo di chiudere loro “la porta in faccia” il più possibile e, se proprio non ci si riesce, coccoliamo noi stessi e il nostro cervello in tutti i modi che sentiamo positivi e che accrescono il personale benessere.

A volte anche un gratificante pezzetto di cioccolata fondente (con alta percentuale di cacao) può aiutare a mantenere giovane il cervello e lo spirito….senza esagerare, però. 😉

articoli correlati: Dieta per il benessere del cervello


credit photo: dlerk shaefer for Flickr.com

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

6 commenti su “Mantenere il cervello giovane: 14 modi

    1. Per nulla, tu a cervello non vai niente male, Moz, ma lo tieni anche in esercizio.O no?

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro