Come fare la pasta sfoglia in casa

Come fare in casa la pasta sfoglia: ingredienti, dosi e trucchi e modalità di preparazione per l'ottimale riuscita della poliedrica pasta fatta a mano.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

La sfoglia, preparazione a base di farina, acqua e burro, viene impiegata in moltissime ricette sia dolci che salate per il suo gusto tipicamente neutro e oggi ti spiego come preparare la pasta sfoglia in casa senza doverla comprare già fatta.

Pare che fosse conosciuta già nei tempi antichi, ma l’ufficializzazione della pasta sfoglia classica la si deve al famoso cuoco e scrittore Marie-Antoine Carême che stabilì la “regola dei 5 giri” alla fine del ‘700 in Francia.

Generalmente la si compra già pronta in panetti e sfoglie già stese, mentre la produzione artigianale della pasta sfoglia è al giorno d’oggi fatta da pasticceri e negozi di pasta fresca, che la preparano con l’aiuto di un macchinario apposito, la sfogliatrice.

Io devo dire che la faccio rarissimamente con i miei nipotini che adorano prepararla (  o meglio….vederla preparare 😉  ) a mano, ma trovo che fare la pasta sfoglia in casa sia divertente, rilassante ed economico, sempre che si abbia tempo a disposizione  🙂

Il mattarello in legno è l’utensile principale nella preparazione della pasta sfoglia: ricordate d’ infarinarlo ogni volta prima di appoggiarlo sulla pasta da lavorare.

Se non volete usare il mattarello, potete impiegare la macchinetta apposita per fare la pasta (ce ne sono di tutti i tipi, con manovella o motore, che potete visionare qui) in modo di risparmiare tempo e lavoro manuale.

Ingredienti per 1/2 chilo di pasta sfoglia:

170 grammi di farina del tipo 00;
80 grammi di farina per pizza o  di farina manitoba;
250 grammi di burro;
sale q.b.

Preparazione della pasta sfoglia fatta in casa

Mischiate i due tipi di farina e tenetene da parte 60 grammi.

Fate il cosiddetto pastello, impastando 190 grammi di farine mescolate assieme a 100 millilitri di acqua e una presa di sale fino e poi lasciatelo riposare in frigorifero per 30 minuti circa, coperto con un canovaccio da cucina.

Preparare il panetto

Tagliate a pezzetti il burro, che deve essere a temperatura ambiente e lavoratelo coi i 60 grammi di farina messa da parte: burro e farina vanno lavorati velocemente, per fare in modo che il grasso non si scaldi troppo.

Chiudete il panetto in un foglio di carta da forno, che è d’aiuto per ottenere una forma regolare e poi stendetelo col mattarello in un panetto di circa 14 x 20 centimetri.

Tirare la sfoglia

Trascorso il tempo di riposo, stendete anche il pastello, dandogli una forma rettangolare, di circa 20 centimetri di larghezza, adatta ad avvolgere comodamente il panetto.

Cercate di fare i modo che il panetto e il pastello abbiano una consistenza simile quando cominciate la lavorazione della pasta sfoglia: se il panetto è troppo morbido si stende non omogeneamente, mentre, se è troppo duro, può rompere il pastello.

Liberate il panetto dalla carta da forno, avvolgetelo con il pastello e assottigliatelo con l’aiuto del mattarello, facendo così in modo che il grasso inizi a penetrare nella pasta.

Piegate la pasta in 3, chiudendola su sé stessa e formando uno spesso rettangolo che metterete in frigorifero per fare in modo che il burro s’indurisca.

Girate poi la pasta, mettendo in vostra direzione il lato più corto aperto e stendetelo ancora col mattarello per il verso lungo.

Piegatelo nuovamente in 3, fatelo riposare in frigorifero per 30 minuti e procedete ancora con il terzo giro, poi con il quarto e infine con il quinto.

Per ricordarvi il numero dei giri fatti, prendete appunti su un foglietto di carta, prima dei necessari riposi in frigo.

Se volete risparmiare tempo, potete piegare la pasta anche in 4: basterà, allora, girarla e stenderla solo per 3 volte, ma ricordando di rispettare sempre il riposo tra un giro e il successivo.

Una volta che la pasta è fatta, stendetela per la preparazione che vi apprestate a cucinare, che cuocerete in forno preriscaldato a una temperatura di 200° per sfogliatine varie e simili, mentre farete cuocere la pasta sfoglia a 180° quando si tratterà di torte salate ripiene.

credit photo: Viktor Hanacek for Picjumo.com

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

6 commenti su “Come fare la pasta sfoglia in casa

    1. Spesso lo faccio anch’io, caro Moz, ma, quando ho tempo, preferisco farla in casa: è più buona e fare la sfoglia mi rilassa. 🙂

  1. Sinceramente la pasta a parte qualche raera volta la fresca per il resto mi rifiuto. Non ho nulla per fare e le braccia non mi consentono questotipo di fatica impastamento ecc. Preferico le paste brisè, sfoglia ecc. pronta e distesa. Grazie comunque e buona domenica.

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro