Logo del blog

Lo scorso anno ho conosciuto in vacanza una simpatica e preparatissima naturopata, che mi ha fatto conoscere i tubetti di ceramica EM.

Prima di allora avevo a malapena sentito parlare di microrganismi effettivi, ma poi mi sono documentata su questi e sulla ceramica EM e adesso uso abitualmente i tubetti, detti anche pipes, e ne sono molto soddisfatta.

Devo confessare che all’inizio ero un pò scettica ( trattavo l’acqua del rubinetto solo con la Shungite, le pietre di silicio e la caraffa ionizzante ), ma sono rimasta subito colpita dal fatto che i tubetti di ceramica sono praticamente indistruttibili ed  economici,  caratteristiche, entrambe, che non si addicono certo ai prodotti di speculazione commerciale e di dubbia utilità.

Uso le pipes non solo per depurare l’acqua, ma me ne servo anche in varie faccende domestiche e per la cura delle piante e dell’orto.

Cosa sono i tubetti di ceramica EM e come li si adopera

I benefici effetti della ceramica EM sugli organismi viventi si devono a particolari raggi infrarossi in essa contenuti, che hanno un’ azione rigenerante, antiossidante, rivitalizzante e che sono in grado di neutralizzare le radiazioni elettromagnetiche presenti nell’ambiente.

Il noto scienziato Teruo Higa, agronomo e biologo giapponese, scoprì nel 1993 che alcuni microrganismi contenuti in EM erano in grado di resistere a temperature anche oltre  i 1000 gradi e allora iniziò la sperimentazione, facendo cuocere, e trasformare in questo modo in ceramica, un impasto fermentato a base di EM ed argilla, elemento in grado di acquisire gli effetti di EM e di  conservarli in modo permanente.

La ceramica EM ottenuta, che si può quindi usare abitualmente e per lunghissimo tempo, è sottoposta a 2 tipi di cottura: a 800-900 gradi ( la ceramica di tipo S, impiegata per fare polvere e pipes ) e a 1200-1300 gradi ( la K, con cui si producono le pipes grigie, gli anelli e tutte le altre forme di ceramica EM ).

Io, personalmente, impiego i tubetti  per il trattamento dell’acqua potabile in questo modo: ne metto 8-10 in una bottiglia contenente un litro d’acqua del rubinetto e lascio riposare per 8 ore.

Trascorso questo tempo, ottengo un’acqua leggera e buona al gusto, privata di sostanze nocive come il cloro e il calcare ( che vengono neutralizzate dalla ceramica) e assimilabile in modo ottimale dall’organismo.

Ma, come scrivevo prima, impiego le pipes di ceramica EM anche per altri scopi.

Eccoli:

  • Indosso un braccialetto fatto con i tubicini per proteggermi dalle radiazioni elettromagnetiche presenti nell’ambiente, specie quando adopero il telefonino o lavoro al computer.
  • Metto una manciatina di tubetti in una ciotola dentro al frigorifero per prolungare la conservazione dei cibi; anche il latte e lo yogurt durano più a lungo se ponete 1 tubetto nel contenitore.
  • Adopero l’acqua depurata per lavare la verdura e la frutta e per bollire gli alimenti; anche 4-5 pipes nel cestino della frutta ne facilitano la conservazione.
  • Richiudo una manciata di tubetti in una vecchia calza e la pongo nel tamburo della lavatrice e nel cestello delle posate all’interno della lavastoviglie: in questo modo si adopera la metà circa di detersivo e la pulizia di capi e stoviglie è più accurata, preservando anche gli elettrodomestici dai danni causati dal calcare.
  • Un sacchetto di tubicini immerso nella vasca, rende il bagno più vivificante e rende l’acqua meno dura.
  • Una manciata nel cassonetto del water disinfetta e preserva dai cattivi odori di ristagno.
  • E’ bene innaffiare le piante dopo aver lasciato riposare per qualche ora l’acqua con qualche tubetto nell’innaffiatoio per eliminare il cloro e le sostanze nocive.

Nell’orto sto cominciando ad adoperare la polvere per fertilizzare e irrobustire le piante, difficile da trovare in Italia ( invece si possono facilmente reperire i tubetti EM su Macrolibrarsi all’economico prezzo di circa 10 euro per 100 grammi): per ora i risultati sono buoni, ma desidero averne una maggiore esperienza prima di scrivere in proposito. 😉

Ho letto alcune testimonianze sul web a proposito di un aumento del pH dell’acqua potabile dopo il trattamento con i tubetti di ceramica EM: questa è senz’altro un’ottima cosa, ma, non essendo finora riuscita a procurarmi un rilevatore di pH valido, non posso, per il momento, confermarlo. 🙂


 

Salva

Last edit:


15 Responses to “Tubetti di ceramica EM: usi in casa e benefici”

  1. stefania

    qualcuno è poi riuscito a capire se modificano davvero il ph dell’acqua?
    mi avevano detto che per la lavatrice bisognava tenerli cuciti a distanza in uno straccio perché a manciata non andavano bene.. invece tu mi confermi che si possono usare anche in un vecchio calzino? grazie

    • Franci

      Ciao Stefania.Cosa intendi per “cuciti a distanza”? Io penso che la manciata non vada bene ( i tubetti non restano insieme e possono infilarsi nei buchi del cestello ), ma trovo che una vecchia calza annodata vada benissimo.

  2. gabriella

    ciao, ho messo 13 tubetti dentro caraffa da 3 litri di acqua, dopo il tempo stabilito di deposito devo togliere i tubetti o li posso lasciare con l’acqua avanzata riempiendo costantemente la caraffa?

  3. sabrina corallini

    Ciao sono molto interessata alle ceramiche EM tanto che le ho già acquistate ma dopo averle messe un po al sole non mi sembra che siano attive potrei aver fatto qualche errore: l’acqua sa ancora tanto di cloro.Potrei sapere come attivarli con sicurezza di funzionamento. Ho messo 5 pipes in 2 litri d’acqua per due giorni anche tre ma forse sono pochi? grazie per l’aiuto.

    • Franci

      Ciao Sabrina. Il sole non danneggia la ceramica EM.Io uso 5 pipes per litro e la mia acqua non sa di cloro.Prova ad aumentare le pipes e poi dimmi se la situazione è migliorata.Buon sabato!

  4. sabrina corallini

    Ciao Franci sono sempre io purtroppo ho fatto come dicevi tu mettendo 5 pipes per litro ma la situazione non è cambiata. Ho addirittura comperato le cartine al tornasole per vedere l’alcalinità dell’acqua ma davano risultato negativo. Ma tu la prima volta che le hai usate come le hai attivate?ho visto parecchi siti che dicevano di metterli al sole o addirittura in una lampada solare perchè quando si acquistano non sono attivi ti risulta?grazie per la pazienza ma sto impazzendo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbero interessare