Acqua di Shungite viva

Come purificare ed energizzare l'acqua del rubinetto, rendendola "viva" con la Shungite.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

L’ acqua di Shungite, o Acqua Marziale, come scrivevo la scorsa settimana, merita, secondo me, un post apposito e dedicato, in quanto  non era possibile trattare l’argomento esaurientemente nel precedente articolo sulle caratteristiche e proprietà benefiche della Shungite.

La Shungite può, effettivamente, rendere l’ acqua ” viva“, come ebbe modo di sperimentare lo zar  Pietro il Grande, che fece costruire uno complesso termale a Shunga, presso il lago Onega, unico luogo al mondo dove si trovano i giacimenti, per mandarvi a soggiornare le sue truppe per 15 giorni all’anno.

Lo stesso zar Pietro prescriveva ai suoi soldati di portare sempre con loro pezzi di Shungite per bonificare l’acqua ed energizzarla.

In funzione della sua particolarissima e unica struttura molecolare a forma di pallone, formata da fullereni di tipo C60 e C70 allo stato naturale, questa pietra sedimentaria di origine organica (deriva da depositi di plancton) possiede notevolissime proprietà fisiche, bioenergetiche e chimiche che possono essere trasferite all’acqua trattata con la stessa.

La Shungite, grazie alle sue caratteristiche assorbenti, catalitiche e rigenerative e alla sua funzione antibatterica è un agente efficace per depurare l’acqua del rubinetto, assorbendo molte delle impurità e i composti organici in essa contenuti; è in grado, inoltre, di energizzarla, eliminare eventuali radiazioni presenti e di proteggere e rafforzare l’organismo umano.

Filtri a base di questa pietra sono cominciati a apparire nel 1991, in Russia: l’acqua che viene fatta passare attraverso di essi ha un effetto benefico generale, è utile in caso di malattie dell’apparato gastrico e intestinale, nelle affezioni renali, in caso di ritenzione idrica e di distonia vascolare, aiuta contro il meteorismo e l’infertilità, rende lucidi i capelli, rafforza le unghie e combatte le malattie della pelle, come eczemi e infiammazioni.

Ma è importantissimo adoperare solo pietre pure, ovvero la Shungite Élite o di Tipo 1, detta anche “cristallina”, ” meteoritica” o di “qualità argento”.

Questo tipo di Shungite, l’ unico adatto al trattamento dell’acqua, contiene il 98-99% di carbonio-fullerene, è rarissimo, molto leggero, non è lavorabile ed ha un aspetto semi-metallico e un colore nero-argenteo.

Si deve assolutamente evitare l’uso di pietre di qualità inferiori nella produzione di acqua di Shungite, in quanto vi è presenza di ossido di alluminio (la Qualità 2, per esempio ne contiene il 4%), nocivo per la salute, mentre la Élite ,vista la sua composizione, ne è praticamente priva.

Considero questa cosa molto importante e raccomando vivamente di acquistare Shungite Élite da commercianti seri che ne assicurino la qualità e la provenienza: io l’ ho comprata da Macrolibrarsi (di cui potete vedere il banner sotto con articoli in Shungite, tra cui anche la Élite), collaudato sito e-commerce di prodotti naturali e libri, dal quale mi servo abitualmente e che non mi ha mai rifilato fregature.

Diffidate da pietre lavorate (la Qualità 1 o Élite non sopporta la lavorazione e può, al massimo, essere bucata), pesanti e a basso costo: una pietra da 10 grammi di Élite ha un prezzo che si aggira intorno ai 12-15 euro e non può essere venduta a meno.

Preparazione dell’acqua viva di Shungite

Fare l’acqua di Shungite è semplice:

  • procuratevi 100 grammi di pietre Élite per ogni litro d’acqua che volete trattare;
  • lavatele accuratamente col sapone e sciacquatele;
  • ponete le pietre su fondo di una caraffa di vetro;
  • aggiungete la vostra acqua preferita in quantità proporzionale peso delle pietre e lasciate riposare 48 ore;
  • travasate l’ acqua di Shungite in un altro recipiente di vetro adatto alla conservazione;
  • ripetete la procedura per altre 48 ore per ottenere ulteriore Acqua Marziale.

A differenza di quanto alcuni affermano, le pietre non devono essere sostituite dopo un anno di uso- come consigliano alcuni commercianti per…. venderne di più ;-)-, in quanto non perdono le loro caratteristiche vibratorie e proprietà benefiche: occorre solo avere la cura di spazzolarle e sottoporle a lavaggio una volta al mese per eliminare i normali depositi che tendono a formarsi.

Io, personalmente, uso, per fare l’acqua di Shungite, acqua minerale, ad alto pH e basso residuo, proveniente da fonti situate oltre i 1000 metri o acqua trattata coi tubetti di ceramica EM, in quanto ritengo che questo minerale non possa dare la certezza assoluta di eliminare tutti i componenti nocivi contenuti nell’acqua del rubinetto delle città.

Posso sbagliare, ma, dopo essermi a lungo documentata, ritengo che la funzione più importante della Shungite si quella di “riattivare” l’acqua: questi cristalli sono in grado di riordinarne la struttura e di ripristinarne la geometria mancante, ovvero lo stato cristallino.

Senza adoperare apparecchiature ingombranti e costosissime, come quelle che vengono pubblicizzate spesso su Internet, per mezzo di queste pietre ( comprate una volta per tutte ), si può fare l’acqua di Shungite comodamente a casa, ottenendo preziosi benefici per la salute a basso costo. 🙂


Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

12 commenti su “Acqua di Shungite viva

  1. Un po’ complicato… credevo si potessero depurare sul momento!!
    Comunque, sempre grandi i tuoi retroscena, non ne sapevo niente di questa storia^^

    Moz-

  2. posso chiederti un chiarimento?
    quindi prima tratti l’acqua di casa con le ceramiche em e la stessa acqua la lasci decantare con la shungite?
    mi stavo documentando anche sull’utilità di aggiungere anche delle pietre di zeolite.. tu cosa ne pensi a riguardo? grazie

    1. Esatto, Stefania, faccio proprio così.Non conosco bene la zeolite e, per ora, non posso darti consigli, ma mi riprometto di chiedere la prossima estate al mio negoziante di pietre in Austria e ti farò sapere in proposito.

  3. Dici, che la qualitá inferiore di tipo 2 non va bene per l´acqua. Io ho quella nera a scaglie, che sembra il carbonio – ma allora questa dove posso usare?

    1. Ciao Inga.
      Quella di tipo Elite sembra proprio carbonio ed ha l’aspetto scaglioso e forse la tua lo è.Dovresti farla vedere in un negozio specializzato in minerali. Se lo è la puoi usare per depurare l’acqua, altrimenti adoperala negli altri modi indicati per la Shungite. Leggi anche il post sulle proprietà benefiche di questa pietra.

  4. complimenti per il tuo blog che tratta argomenti molto interessanti
    Benedetta

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro