Torrone natalizio fatto in casa: la ricetta tradizionale

Ricetta casalinga del torrone tradizionale delle Feste natalizie: ingredienti, dosi, indicazioni e consigli per prepararlo da soli, ottenendo una leccornia genuina e risparmiando.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Ieri ho preparato in casa il torrone classico, dato che me lo aveva richiesto da tempo in mio adorato nipotino e sono proprio fiera di me stessa, in quanto mi è riuscito proprio bene. 🙂

Il risultato più che soddisfacente che ho ottenuto mi ha fatto decidere che da ora in avanti preparerò sempre da sola anche il torrone per le Feste di Natale fatto in casa, sia quello morbido che il tipo duro e croccante.

Ecco la ricetta tradizionale che ho seguito, prendendola dagli appunti di nonna Ada.

Ingredienti per 10 persone:

300 grammi di miele;
500 grammi di mandorle spellate;
150 grammi di nocciole spellate;
300 grammi di zucchero semolato;
120 grammi di scorza d’arancia candita;
3 albumi;
1 limone non trattato;
1 bustina di vaniglina;
ostie q.b ( in vendita in farmacie e nelle  drogherie più fornite).

Preparazione del torrone di Natale fatto in casa

Fate tostare brevemente in forno le nocciole e le mandorle, facendo attenzione che non prendano colore.

Versate il miele in una bastardella e cuocetelo a bagnomaria per circa 1 ora, fino a quando avrà raggiunto il grado di cottura della “caramella“.

Per accertarvi che la consistenza sia quella adeguata, fate cadere una goccia di miele  in un bicchiere d’acqua fredda: se diventa dura e si spezza sotto i denti con un colpo secco, la cottura è quella giusta.

Cuocete lo zucchero in 100 grammi d’acqua fino a che anche questo avrà raggiunto il grado della “caramella”.

Montate gli albumi a neve e incorporateli al miele, mescolando continuamente con un cucchiaio di legno fino a quando si sarà ottenuta una massa spumosa e gonfia.

A questo punto, aggiungete lo zucchero cotto fino a quando il composto comincerà ad indurirsi.

Potete fare la stessa prova fatta precedentemente: la pallina di zucchero, lasciata cadere nel bicchiere d’acqua fredda, dovrà diventare dura, ma leggermente elastica.

Grattugiate la scorza del limone e  aggiungetela al composto assieme ai canditi, la vaniglina, le mandorle e le nocciole, mescolate bene e versate il tutto in una teglia rettangolare precedentemente foderata con le ostie.

Livellate bene, coprite con altre ostie e ponetevi sopra un tagliere e un peso.

Lasciate riposare per almeno 1 ora, poi tagliate il torrone a pezzi e riponetelo in una scatola di latta ben chiusa.

Consiglio la massima attenzione alla “prova caramella”: è meglio eseguirla anche prima di ritenere che la cottura sia arrivata al punto giusto, in quanto è meglio doverla rifare altre volte che rovinare il lavoro.

Io, personalmente, preferisco sentire nel torrone tradizionale natalizio il gusto delle mandorle con la buccia, ma, se preferite toglierla, sappiate che spellare le mandorle in casa è molto semplice: basta lasciarle a bagno in acqua tiepida e la pellicola verrà poi via molto facilmente.

Credit photo:  Francesco Pozzi for Flickr.com

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro