Pandolce svedese

Il pandolce svedese, golosa preparazione farcita con crema pasticcera, canditi o uvetta, è particolarmente adatto per il tè o la prima colazione: la ricetta.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Da molto tempo non facevo il pandolce svedese, ma avendo invitato per oggi pomeriggio ospiti in casa per il tè, ieri mi sono decisa a iniziarne la preparazione e l’ho sfornato giusto mezz’ora fa.

Dico subito che il pandolce svedese non è facilissimo a farsi ( bisogna “azzeccare” la cottura, adeguando i tempi al proprio forno ) e avere tempo a disposizione, ma….. vi assicuro che vale la pena provare a cimentarsi. 😉

Le dosi sono per una tortiera di 26 centimetri di diametro.

Ingredienti per 6-8 persone:

per la pasta

500 grammi di farina;
300 grammi di burro;
50 grammi di zucchero;
15 grammi di sale;
15 grammi di lievito di birra;
6 uova + 1 per dorare.

per la crema pasticcera

80 grammi di zucchero;
30 grammi di farina;
2 uova fresche;
1/4 di litro di latte;
150 grammi di frutta candita o di uvetta;
1 bustina di zucchero vanigliato.

Preparazione del pandolce svedese

La sera precedente al giorno in cui vi accingete a fare il pandolce svedese, impastate sulla spianatoia 1/4 della farina con il lievito di birra, sciolto in precedenza in poca acqua tiepida.

Fate una palla con l’impasto ottenuto, praticategli un taglio a croce sulla superficie, copritela con un canovaccio da cucina pulito e lasciatela riposare in questo modo affinché lieviti.

Poi  preparate un impasto con la farina che rimane, gli altri ingredienti e 2 cucchiai di acqua a temperatura ambiente.

Aggiungete la palla lievitata ( che avrà raddoppiato il proprio volume ), lavorate bene la pasta e chiudetela in un sacchetto di plastica che riporrete nel frigorifero per 12 ore circa.

Trascorso questo tempo,  lavorate nuovamente l’impasto e spianatene col mattarello una parte, dandole uno spessore di circa 1/4 di centimetro.

Ungete col burro e infarinate l’interno dello stampo, foderatelo con la pasta sfoglia ottenuta e trasferite la tortiera nel frigorifero.

Preparate la farcitura seguendo le istruzioni per la preparazione della crema pasticcera.

Una volta che questa si sarà raffreddata, spianate la pasta rimanente in una sfoglia dello spessore di 1/2 centimetro circa, spalmatela di crema fredda, cospargete di canditi tritati o di uvetta di Corinto, fatene un rotolo stretto e chiudete bene i bordi, spennellandoli con albume d’uovo per fare in modo che si saldino bene.

Tagliate il rotolo a fette dello spessore di circa 3 centimetri e ponetele nello stampo, affiancate e in piedi, senza stringerle fra loro.

Lasciatele lievitare nuovamente in forno a calore molto moderato e poi spennellate la superficie del pandolce svedese con l’uovo sbattuto.

Preriscaldate il forno a 230°, infornate e fate cuocere per 15 minuti; abbassate poi la temperatura a 200° e continuate la cottura per altri 15.

Infine, fate finire di cuocere per ulteriori 15 minuti a 150°.

In alternativa, potete anche porre le fette di pasta farcite direttamente sulla piastra del forno, evitando l’uso della tortiera e facendole cuocere, dopo il tempo di lievitazione, nel forno preriscaldato a 200°.

In questo caso non otterrete il vero e proprio pandolce svedese, ma dei torciglioni ugualmente buoni e fragranti.

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro