Capesante gratinate alla francese con champignon

Come fare le capesante gratinate con gli champignon secondo la ricetta francese: la ricetta per cuocere le conchiglie San Giacomo al punto giusto ed ottenere un raffinato antipasto in cui i sapori della terra si sposano armoniosamente con quelli del mare.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Ieri sera ho preparato le capesante gratinate con gli champignon secondo la ricetta francese delle famose Coquilles Saint-Jacques à la parisienne: il piatto, che ho servito ai miei ospiti come antipasto, è riuscito molto bene e, dato che siamo nel periodo dell’anno più indicato per il consumo di questi molluschi ( da maggio a fine agosto ), consiglio di approfittare del momento favorevole e di “cimentarti” anche tu in questa preparazione mare e terra.

Se non hai la pratica, sappi che cuocere le capesante (chiamate anche cappesante, pellegrine, conchiglie di San Giacomo, pettini di mare ) al punto giusto non è facile, ma….niente paura: in questa ricetta parigina le capesante vengono tagliate prima della cottura per facilitare l’esecuzione del piatto. 🙂

Ti consiglio di usare capesante freschissime ( non usare quelle surgelate che sono insipide e non “sanno di mare” ) e di fartele pulire dal pescivendolo per semplificarti il lavoro al massimo.

Chiedi anche di conservare e pulire pure le valve concave che ti serviranno per presentare in tavola nel modo migliore le capesante al gratin alla parigina ( io ne ho una ventina che conservo gelosamente ).

Adesso non è ancora stagione di funghi, ma quando lo sarà, ti consiglio di fare metà champignon e metà finferli ( chiamati anche galletti o gallinacci ) freschi: prova e poi dimmi se non è un abbinamento ben azzeccato. 😉

Ingredienti per 4 persone:

24 capesante già pulite;
200 grammi di funghi champignon;
2 scalogni;
300 grammi di panna fresca;
2 cucchiai di cognac;
4 cucchiai di olio extravergine di oliva;
2 noci di burro;
1 mazzetto di prezzemolo fresco;
sale e pepe q.b.

Preparazione delle conchiglie San Giacomo gratinate alla francese

Pulisci gli champignon, passali brevemente sotto il getto d’acqua, asciugali con cura, tagliali a fette e mettili in una casseruola con 1 cucchiaio di olio extravergine.

Falli cuocere per circa 10 minuti a fiamma sostenuta, mescolando spesso col cucchiaio di legno, fino a quando l’acqua di vegetazione sarà evaporata completamente.

Pulisci e trita finemente lo scalogno, mettilo in un pentolino col burro , fallo imbiondire appena, spruzzalo col cognac e lascia che l’alcol evapori.

Poi aggiungi la panna liquida, fai cuocere la salsa a fuoco dolce per una decina di minuti ( mescola spesso per fare in modo che non si attacchi ) e infine aggiusta di sale e di pepe.

Monda il prezzemolo, lava le foglie, asciugale bene e fanne un trito che terrai da parte.

Se non hai comprato le capesante già aperte e preparate, pulisci le capesante in questo modo: apri le conchiglie introducendo nella congiunzione delle valve la punta di un coltellino e forza leggermente; preleva poi i molluschi, mondali ( togliendo le parti coi filamenti e la tasca con la sabbia ), passali sotto il getto d’acqua e asciugali accuratamente ( se hai dubbi, guarda il video in fondo al post in cui Gordon di Real Time spiega in breve e fa vedere come pulirle ).

Poi dividi in ognuna la parte bianca ( noce ) da quella rossa (corallo ), trita i coralli e tienili da parte e fai rosolare le noci in padella con un filo di olio extravergine di oliva.

Spruzzale con 1 cucchiaio di cognac e continua a cuocerle per circa 7 minuti fino a quando si saranno ammorbidite.

Una volta che i molluschi saranno teneri, tagliali a fette, rimettili nella padella, aggiungi i coralli tritati e fai insaporire brevemente il tutto.

Versa la metà della salsa alla panna nelle valve concave pulite di 4 grandi conchiglie San Giacomo, adagiaci sopra le capesante alternate agli champignon, cospargi col prezzemolo e copri con la salsa rimanente.

Metti in forno e fai gratinare le capesante alla parigina per circa 5 minuti prima di servirle in tavola ben calde con un vino bianco leggero come il Riesling.

credit photo: Flickr.com by Gaël Chardon

Come pulire le capesante ( credit video: Cucina con Ramsay )

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro