Cambiare la caldaia: cosa fare per non commettere errori

Sostituire la caldaia di casa: consigli su cosa fare per evitare di commettere sbagli ed acquistare un dispositivo poco inquinante che permetta di risparmiare energia e denaro.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

La settimana scorsa ho pubblicato un post su come ottenere la massima efficienza dalla propria caldaia ed oggi approfondisco l’argomento su come acquistare una nuova caldaia, scegliendo un apparecchio che permetta di risparmiare energia e, di conseguenza, denaro.

Ho ricevuto alcune email di lettori che vorrebbero o devono sostituire la caldaia e, dato che mia sorella è in procinto di cambiarla, mi sono parecchio informata per aiutarla nella scelta di un apparecchio che sia adatto al suo tipo di casa e che offra le prestazioni migliori.

Posso dire che, anche se non ho cognizioni tecniche approfondite e non sono un’esperta del settore, penso di essere in grado di rispondere in linea generale ai quesiti che mi sono stati posti ed aiutare chi mi ha scritto a non commettere  errori.

Cosa fare quando si sostituisce la caldaia senza commettere sbagli

La prima cosa da fare prima dell’acquisto della caldaia è chiedere consiglio a persone competenti in materia e, se le loro spiegazioni e suggerimenti non vi convincono, cercatene altre maggiormente affidabili.

Ho letto in giro che molti si limitano a consultare siti internet e procedono all’acquisto della caldaia per la propria casa sul web per risparmiare.

Niente di più sbagliato se non “masticate come il pane” la materia o se non avete il supporto di esperti di piena fiducia: affidatevi a punti vendita fisici in cui ci siano venditori  competenti ed esaurienti.

Non è poi del tutto vero che comprare su internet sia sinonimo di risparmio e spesso i negozi reali promuovono prodotti e propongono periodicamente offerte più vantaggiose di quelle che potete trovare sul web.

La scelta della caldaia è un investimento importante destinato a durare nel tempo: non è certo una cosa facile, va ponderata attentamente e non si deve aver fretta per non sbagliarne l’acquisto e doversi poi pentire amaramente in seguito.

Prima di prendere in esame una caldaia, tenete ben presente che il riscaldamento di casa deve essere secondo i vostri fabbisogni e considerate innanzitutto il clima del luogo dove abitate, la situazione dell’edificio e l’ampiezza delle stanze.

Per risparmiare sul riscaldamento, considerate anche l’eventuale convenienza ad installare una pompa di calore ( la macchina estrae il calore dall’acqua, dall’aria o anche dal terreno ) e ad usufruire, invece dei normali termosifoni, di impianti a pavimento.

Se, dopo aver preso in considerazione molti fattori e averli ben ponderati con l’aiuto di una persona competente, decidete di comprare una caldaia, consiglio d’indirizzarvi verso modelli di caldaie a condensazione, tecnologicamente più avanzate e in grado di garantire prestazioni nettamente superiori a quelle degli apparecchi convenzionali.

Sono silenziose, spesso gestibili e programmabili a distanza e, sfruttando il calore dei resti della combustione dei fumi, permettono di inquinare meno e risparmiare combustibile e di dover pagare bollette meno salate fino al 30 %.

Ho già parlato della caldaia Genus Premium Net di Ariston ( mia sorella, dopo vari confronti si sta indirizzando su quella ) in un post recente e vi consiglio di darci un’occhiata se siete in procinto di cambiare l’apparecchio e volete saperne di più sulle caldaie a condensazione.

Le caldaie a condensazione sono più costose di quelle tradizionali, ma il risparmio nel tempo è ingente e attualmente sono previsti sgravi fiscali per chi sostituisce il suo vecchio apparecchio con uno di nuova generazione.

Naturalmente, prima di scegliere una particolare caldaia, assicuratevi che sia  conforme alle norme ErP ( deve avere il marchio CE ) e verificatene la compatibilità con valvole di termoregolazione ed altri accessori e tutti gli aspetti tecnici, senza trascurarne alcuno.

Indirizzatevi verso una caldaia possibilmente di classe A, A+ o A++ che sia munita di termostato ( o compatibile col dispositivo, che è in grado di interagire con la caldaia e garantire un comfort maggiore nelle singole stanze e un maggior risparmio sui consumi ).

I termostati attualmente in commercio sono i termostati semplici ( On-Off ) e i termostati modulanti ( che tengono conto della rapidità del raggiungimento della temperatura impostata).

Prima di decidere l’acquisto, informatevi bene anche a riguardo del tipo di assistenza tecnica che vi offre la casa produttice o i centri convenzionati e la possibilità di allungare i tempi di garanzia.

Ponderate, ponderate e ponderate ancora, seguite i consigli di persone competenti che godano della vostra fiducia e non comprate frettolosamente un apparecchio se non ne avete considerato tutti gli aspetti e fugato ogni dubbio: solo così sarete certi di non sbagliare nell’acquisto di una caldaia dalle elevate prestazioni che vi farà risparmiare energia e denaro.

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro