Bostrengo: il dolce delle Marche

Il Bostrengo è un dolce tipico delle Marche molto nutriente e golosissimo: la ricetta semplificata.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Il Bostrengo è un tipico dolce della zona di Montefeltro nelle Marche che veniva preparato in occasioni particolari e durante le festività.

Nel passato ogni famiglia aveva la sua ricetta segreta con varianti che conservava gelosamente.

Ho provato una versione semplificata rispetto a quella originale della cucina marchigiana che mi ha lasciato molto soddisfatta ed oggi voglio darvene la ricetta.

Eccola!

Ingredienti per 8 persone:

500 grammi di riso;
250 grammi di nocciole e noci;
300 grammi di pane secco;
1 litro di latte;
400 grammi di zucchero;
150 grammi di fichi secchi;
200 grammi di uvetta;
100 grammi di cacao amaro;
3 uova;
400 grammi di zucchero;
1 mela;
1 bicchierino di liquore dolce;
buccia grattugiata di 1 arancia biologica;
zucchero a velo a piacere.

Preparazione del Bostrengo marchigiano

Cuocete il riso al dente in acqua leggermente salata.

Ammorbidite il pane secco in acqua calda e poi strizzatelo, sminuzzatelo e mettetelo da parte in una ciotola.

Nel frattempo fate rinvenire l’uva sultanina in acqua tiepida, tritate le noci e le nocciole,tagliate i fichi secchi a pezzetti, sbucciate la mela e tagliatela a dadini, grattugiate la buccia d’arancia biologica.

Prendete un ampio recipiente e metteteci il riso, lo zucchero, il pane raffermo, il latte, l’uvetta sultanina, la frutta secca tritata, i dadini di mela e mescolate accuratamente con un cucchiaio di legno.

Poi aggiungete il liquore, le uova sbattute precedentemente, la scorza d’arancia grattugiata e il cacao amaro in polvere.

Mescolate ancora il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo e ben amalgamato, né troppo denso, né troppo liquido.

Imburrate 2 teglie da forno e versatevi dentro il composto, livellando lo spessore dell’impasto che dovrebbe essere equivalente alla lunghezza dei rebbi di una forchetta.

Scaldate il forno, inseritevi le teglie e cuocete a 180 gradi per circa un’ora.

Fate raffreddare, spolverate con lo zucchero a velo e servite.

Se messo al fresco, il Bostrengo marchigiano si conserva per una settimana senza perdere la sua fragranza.

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro