Logo del blog

E’ possibile favorire la crescita dei capelli con la giusta alimentazione, uno stile di vita sano, prodotti specifici, accorgimenti per raggiungere lo scopo ed alcuni rimedi naturali.

Vediamo insieme come fare affinché diventino lunghi più in fretta ed ottenere una chioma fluente sana, forte e di bell’aspetto.

Non esistono lozioni e prodotti miracolosi: la crescita dei capelli è strettamente legata al loro stato di salute ed è su questo che si deve puntare prima di tutto.

Per stimolare la crescita dei capelli è molto importante bere la giusta quantità d’acqua giornaliera ( circa 2 litri ) e assumere i cibi che contengono proteine, i benefici grassi Omega-3, minerali come il ferro, il rame e lo zinco e vitamine del gruppo B ( specie la B12 ) ed E.

Le vitamine dei gruppi B ed E agiscono in sinergia ( quelle del gruppo B fortificano il follicolo pilifero e aumentano l’ossigenazione del cuoio capelluto, mentre la E protegge i capelli ed è antiossidante ) e svolgono un ruolo fondamentale per la salute dei capelli e della pelle.

Contro i capelli secchi e fragili è molto utile anche la vitamina A che li idrata e favorisce la cheratinizzazione (  la formazione di cheratina, proteina costituita dai cheratinociti, di cui sono costituiti per la maggior parte i capelli ).

A volte i capelli che crescono poco e che sono spenti, opachi e facili a spezzarsi sono dovuti proprio a carenze vitaminiche e ad una alimentazione poco equilibrata.

I cibi maggiormente indicati per avere una capigliatura bella e sana  sono le uova ( contengono la biotina, sostanza contenuta nella maggior parte degli integratori alimentari specifici per favorire la crescita del capello ), il salmone e il pesce azzurro in genere, la frutta secca e i semi ( in particolare le mandorle, i pistacchi e i semi di girasole ), i legumi, la soia, i cereali ( specie il miglio e il germe di grano ), i peperoni, i latticini, l’avocado, le verdure a foglia verde e la carne.

I vegani e coloro che seguono un regime vegetariano possono sostituire le proteine di origine animale con il regolare consumo di legumi e frutta secca ed integratori contenenti vitamine del gruppo B ( in particolare la B12 ).

Le verdure che accelerano la crescita dei capelli, oltre ai peperoni, sono la lattuga, gli spinaci, le bietole, i cavoli, i broccoli e le insalate verdi.

Consumando questi cibi con regolarità si può fare a meno di integratori alimentari specifici per rafforzare i capelli, ma se proprio volete farne uso, scegliete quelli fitoterapici che contengono sostanze che aiutano la circolazione sanguigna ( eucalipto, senape, bioflavonoidi, capsaicina ), nutrienti a base di amminoacidi solforati e vitamine,  antiandrogene se siete maschi ( come fitosteroli, semi di zucca, Serenoa repens ), ed estratti vegetali.

Mio fratello, su consiglio del suo dermatologo, ha fatto 2 cicli di estratto di Serenoa repens  ( una varietà di palma originaria del nord America, chiamata anche Sabal, i cui principi attivi sono fitosteroli, sitosterolo, flavonoidi e trigliceridi ) quando soffriva di alopecia androgenetica e ne è rimasto molto soddisfatto, mentre io ho usato la tintura madre di radici di ortica per arrestare un momentaneo sfoltimento dei capelli dovuto allo stress.

Infatti lo stress è il nemico numero 1 dei capelli e ne può bloccare la crescita:bisogna cercare di evitarlo il più possibile e cercare di condurre una vita tranquilla e regolata ( anche il sonno è importate ) per fare in modo che crescano sani e forti.

Spazzolare i capelli più volte al giorno e massaggiarli quando li si lava ( esercitando pressioni coi polpastrelli ) è utile per favorire la circolazione e l’ossigenazione del cuoio capelluto e stimolare l’attività dei vasi sanguigni che apportano nutrimento alla radice dei capelli.

Usate una spazzola a setole naturali e morbide e non spazzolateli o pettinateli con troppa energia per evitare che si spezzino.

Proteggete i vostri capelli dagli agenti inquinanti e dai repentini sbalzi atmosferici, indossando in estate un cappello ( il cappello di Panama e quelli in paglia traforata sono i più indicati, dato che permettono la circolazione dell’aria ) e in inverno un berretto o una sciarpa di lana.

Usate la lacca il meno possibile e i prodotti contenenti silicone solo saltuariamente: a lungo andare possono inibire l’attività dei follicoli e modificare il naturale equilibrio chimico dei capelli.

Per non alterare il pH del cuoio capelluto bisogna assolutamente  evitare di lavare i capelli giornalmente ( lo so, non è facile se si hanno i capelli grassi ) e limitarsi a farlo 3 volte alla settimana, usando un detergente delicato, come la shampoo della Remedia ( ogni tanto è bene cambiarlo per stimolare il cuoio capelluto e fare in modo che non “si abitui” ).

Scegliete prodotti per capelli di buona qualità, non aggressivi e possibilmente naturali e sciacquate molto bene la crema ammorbidente e maschere varie.

Non legate i capelli in maniera troppo stretta, non adoperate l’asciugacapelli a temperature troppo alte e limitate l’uso di piastre e ferri arriccianti.

Eliminate le doppie punte quando ce n’è bisogno e scegliete la luna crescente per il taglio dei capelli: questo consiglio vi sembrerà bizzarro, ma la luna influisce sui capelli ed ho potuto constatare personalmente ( anche io ero scettica in un primo tempo ) che i miei capelli crescono di più se li accorcio nella fase lunare giusta. 😉

L’ortica fa bene ai capelli: bevetene la tisana, mangiatela cotta nelle frittate, usatela per preparare la tintura madre e uno shampoo fai da te da applicare sulla chioma ( potete trovare le indicazioni nel post sull’ortica e la cura dei capelli ).

Un validissimo rimedio della nonna contro la crescita lenta dei capelli e per ripararli consiste nell’applicazione di  una maschera fatta con tuorlo d’uovo ed olio di oliva a cui aggiungere del miele se i vostri capelli sono secchi o un po’ di Marsala se li avete grassi.

Preparate il composto mescolandolo bene, applicatelo su tutta la lunghezza e sulle punte, avvolgete la testa con la pellicola alimentare e lasciate in posa per 1 ora prima di passare al lavaggio.

Faccio questa maschera 2 volte al mese e trovo che sia eccezionale, ma devo comunque avvisarvi che l’odore che lascia non è dei più piacevoli: consiglio di applicarla sui capelli alla sera quando si è sicuri di non dover uscire e di aggiungere dell’aceto all’acqua del risciacquo dopo lo shampoo.

Anche l’applicazione del solo olio di oliva o di olio di lino ( entrambi sono ricchi di grassi essenziali che apportano ai capelli i nutrienti di cui hanno bisogno e riparano i danni provocati dagli agenti esterni ) aiuta ad accelerare la crescita: fate intiepidire l’olio e poi passatelo su tutta la lunghezza con un massaggio delicato.

Un altro trucco della nonna per avere capelli sani e lucenti è l’acqua di cottura delle cipolle filtrata da applicare sul cuoio capelluto e da tenere in posa per 30 minuti prima del lavaggio.

La cipolla, infatti, è un toccasana per i capelli ( ne contrasta la caduta, li fortifica, favorisce la crescita e la catalasi, migliora la circolazione e la produzione di collagene, combatte la forfora, le infezioni fungine e i batteri in genere ) grazie allo zolfo e ad altri suoi componenti e l’ideale sarebbe frizionare il cuoio capelluto col succo di cipolla fresco ( si ottiene centrifugando o frullando 2 cipolle ), lasciarlo agire per mezz’ora e poi sciacquare e passare al lavaggio con uno shampoo naturale.

L’applicazione andrebbe fatta 3 volte alla settimana per 90 giorni e devo ammettere che i risultati che ho visto di questo rimedio naturale, conosciuto dagli erboristi fin dai tempi antichi e ultimamente “riscoperto” dai ricercatori ( il composto PC-KUS è un derivato del succo di cipolla ), sono ottimi, ma non l’ho mai sperimentato personalmente dato che l’odore è sgradevole e non facile da mandare via dalla pelle e dai capelli anche con ripetuti lavaggi.

Allora preferisco applicare esternamente solo l’acqua del bulbo prima dello shampoo e ad uso interno assumo la cipolla nelle insalate ( l’insalata di miglio, ceci e cipolla è un cibo ideale per il benessere di unghie e capelli ).

Se volete che i vostri capelli crescano più in fretta, vi consiglio di mangiarla abitualmente ( se trovate che sia pesante, ci sono dei metodi per rendere digeribile la cipolla ) o di assumerne l’acqua di cottura, stimolatrice anche della diuresi.

L’esposizione al sole in estate, che stimola la crescita dei capelli  e delle unghie con l’inibizione della melatonina, non va fatta nelle ore più calde della giornata in quanto i raggi solari troppo forti e l’afa rovinano i capelli e li rendono fragili e facili a spezzarsi e, in ogni caso, applicate sulla capigliatura un prodotto apposito contro i raggi UVA e UVB.

In media i capelli delle popolazioni caucasiche si allungano di 1 centimetro al mese, ma aiutando Madre Natura con una vita equilibrata e attiva, un’alimentazione adeguata e seguendo questi consigli potrete stimolarne e velocizzarne la crescita ed avere capelli sani, folti, lucidi e docili al pettine.

Non aspettatevi, comunque, miracoli: un aumento mensile della crescita dei capelli fino a 1,5 centimetri è già un buon risultato e uno di 2 deve considerarsi un successo. 🙂

credit photo: Flickr.com by Anna Carol

Se vuoi saperne di più, dai un’occhiata anche a:

Automassaggio del cuoio capelluto ( credit video: DeA by Day )

Last edit:


6 Responses to “Come stimolare la crescita dei capelli per averli fluenti e sani”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbero interessare